Indietro
menu
Nel mirino i post dell'assessore

Polemiche verso il voto. Paesani attacca Sadegholvaad: più concretezza

In foto: Lucio Paesani
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 19 mar 2021 14:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nonostante la data delle elezioni sia ancora lontana, proseguono a Rimini le schermaglie elettorali. Lucio Paesani, presidente di Mio Emilia-Romagna e candidato sindaco a Rimini con una lista civica, attacca l’assessore Jamil Sadegholvaad (anche lui in lizza come possibile candidato del centrosinistra). Paesani prende di mira i post pubblicati dal competitor sui social e critica l’assenza di “argomentazioni” “al di la’ dell’artefatta emozione, che intendono suscitare”. Il presidente di Mio elenca poi quelle che, a suo dire, sono carenze nei progetti del centrosinistra: da Rimini capitale della cultura (che “crei se sai quante assunzioni nel personale museale hai fatto e quanti depositi di reperti ci sono, non aprendo un Part”) alla mancanza di strutture sportive (che non si risolve “con un post ideologico sulla giocatrice di pallavolo rimasta incinta, ma con una proposta alternativa a quella che la tua giunta ha professato per 10 anni”) per finire con la foto della barista seduta esausta in cucina che non cancella “la macchia – dice – di chi da titolare delle attività economiche non riceve i ristoratori”. “Serve concretezza e non vacui spot”.