Indietro
menu
In arrivo entro Pasqua

Ristori Regione: richieste da 460 ristoranti e 497 bar in provincia

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 18 feb 2021 14:55 ~ ultimo agg. 17:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Delle 999 domande di accesso ai ristori regionali arrivate dalla provincia di Rimini, 460 sono state presentate da attività di ristorazione e 497 da bar. E’ il bilancio redatto dalla Camera di Commercio incaricata di raccogliere le richieste sui territori. Il bando predisposto dalla Regione per bar e ristoranti prevede uno stanziamento ci circa 21 milioni di euro. A presentare domanda sono state quasi la metà delle imprese del settore: 999 a fronte di 1.930 realtà attive. Riguardo alla natura giuridica, sono state presentate 386 richieste da parte di imprese individuali e 411 da società di persone. Le società di capitale hanno presentato 202 domande.

La gestione dell’emergenza sanitaria – scrive il presidente della Regione Stefano Bonaccini deve essere accompagnata dal sostegno alle attività, ai servizi e alle categorie economiche che devono fare i contri con le restrizioni necessarie a frenare il contagio. Coi ristori regionali, in arrivo entro Pasqua, stiamo integrando quelli nazionali, che devono essere garantiti fino all’ultimo centesimo e con grande rapidità“.

Ad oggi sono stati completati tutti i controlli di competenza – dichiara Roberto Albonetti, segretario generale della Camera di commercio della Romagna – restano in sospeso alcune posizioni, circa 20, per le necessarie verifiche al Registro delle Imprese. Ai fini della regolarità del DURC, con la collaborazione di Unioncamere ed Infocamere, stiamo verificando forme di interrogazione massiva e confidiamo di ridurre ulteriormente i tempi di erogazione delle risorse. Ricordo che nel bando della Regione Emilia-Romagna è indicato il termine del 31 maggio per la verifica della regolarità del DURC, perciò le imprese avranno tempo fino a quella data per la relativa regolarizzazione. L’ammontare del contributo, di eguale entità per tutte le imprese, dipenderà dal numero delle domande realmente ammesse”.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini