Indietro
menu
Dal primo marzo

Qualità dell'aria. A Coriano in vigore la nuova ordinanza

In foto: Coriano
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 28 feb 2021 08:18 ~ ultimo agg. 08:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A seguito della condanna all’Italia della Corte di Giustizia dell’Unione Europea  nel  novembre 2020 circa la qualità dell’aria nel bacino padano sono state attivate misure straordinarie per contrastare l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria in tutta la Pianura Padana.

La sentenza della Corte ha dichiarato che l’Italia è venuta meno alla direttiva 2008/50/CE in materia di qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa , avendo superato dal 2008 al 2017 i valori limite giornaliero e annuale  delle particelle PM10 e per non aver adottato misure appropriate per garantire il rispetto dei valori limite. La Regione Emilia-Romagna è coinvolta per il superamento del valore limite giornaliero di PM10 nella zona di Pianura ovest e nella zona Pianura Est, dove ricade anche il comune di Coriano e molti altri comuni della provincia di Rimini, al di sotto dei 300 m sul livello del mare.

La regione Emilia Romagna insieme a Piemonte, Lombardia e Veneto ha presentato una serie di progetti e iniziative per contrastare l’inquinamento, interventi necessari in quanto si sono registrati sforamenti delle soglie superiori agli obiettivi previsti dalle norme. Il sindaco di Coriano ha emanato l’ordinanza  sindacale 4/2021 con validità dal 1 marzo 2021 “PAIR 2020 – LIBERIAMO L’ARIA”.

Nei comuni con popolazione inferiore ai 30.000 abitanti queste saranno le novità:

MOBILITA’

dal 1 marzo 2021 al 30 aprile 2021 e poi in seguito da ottobre 2021 a aprile 2022 in tutti i comuni dell’ Emilia Romagna  sotto i 30.000 abitanti andrà in vigore il blocco della circolazione per i veicoli privati  Euro 0 e Euro 1 nei centri abitati dal lunedi al venerdi dalle 8.30 alle 18.30 . Sono esentati, i possessori di un solo veicolo, per nucleo familiare con Isee inferiore a 19mila euro, muniti di autocertificazione.

Per il comune di Coriano : il divieto di circolazione riguarderà  l’area del centro abitato di Coriano e delle frazioni di Sant’Andrea in Besanigo, Cerasolo Ausa, Cerasolo, Mulazzano, Ospedaletto, Pian della Pieve, Cavallino, Passano, Puglie e Colombarina.

RISCALDAMENTO

dal 1 ottobre al 30 aprile nei comuni sotto i 300 m è vietato utilizzare generatori di calore domestici alimentati a legna con certificazione sotto le 3 stelle. In caso di misure emergenziali scatta il divieto di utilizzare generatori di calore a biomassa legnosa sotto le 4 stelle.

Obbligo di utilizzare, nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, pellet  certificato conforme alla classe A1.

Occorre ridurre la temperatura di almeno 1 grado fino a massimo 19 °C nelle case, uffici, chiese, negozi, attività commerciali , ricreative e associative. Occorre ridurre le temperature fino a massimo 17 ° nelle attività industriali o artigianali.

Per tutto l’anno obbligo di chiusura delle porte di accesso al pubblico da parte di esercizi commerciali e degli edifici con accesso al pubblico per evitare dispersioni termiche sia nel periodo invernale che in quello estivo;

Divieto di installazione e di utilizzo di impianti per la climatizzazione invernale e/o estiva in spazi di pertinenza

dell’organismo edilizio (quali, ad esempio, cantine, vani scale, box, garage e depositi), in spazi di circolazione e collegamento comuni a più unità immobiliari (quali, ad esempio, androni, scale, rampe)

ABBRUCIAMENTI (fuochi) 

Dal 1 ottobre al 30 aprile vietati gli abbruciamenti dei residui vegetali .

Consentito deroga per piccoli cumuli non superiori a 3 metri cubi per ettaro al giorno per soli due giorni  all’interno di questo periodo , nelle zone non raggiunte dalla viabilità ordinaria e sempre che non vi sia stato di grave pericolosità per incendi o misura emergenziale per la qualità dell’aria.

AGRICOLTURA E ALLEVAMENTI 

In caso di attivazione delle misure emergenziali è vietato lo spandimento dei liquami zootecnici senza interramento immediato.

CONTROLLI E SANZIONI 

Per la limitazione della circolazione dei veicoli euro 0 e euro 1 verranno rafforzati i controlli che dovranno essere almeno rapportati al numero degli abitanti . Nel comune di Coriano dovranno essere fatti dalla Polizia locale almeno 200 controlli /l’anno.

Per i reati relativi alla circolazione dei veicoli le sanzioni  amministrative pecuniarie andranno da 168 a 679 euro ;  per l’eventuale installazione di impianti per la climatizzazione in ambienti non consentiti  e apertura delle porte dei pubblici esercizi la sanzione andrà da 50 a 500 euro;   per quanto riguarda il divieto di abbruciamenti e le norme sul riscaldamento , le eventuali sanzioni andranno dai 25 ai 500 euro.

Commenta Anna Pazzaglia, assessore all’ambiente: “La qualità dell’aria e dell’ambiente, come dimostrato da tantissimi studi scientifici, impattano direttamente sul benessere e la salute dei cittadini. Con le misure straordinarie che dobbiamo adottare, vogliamo  procedere verso un cambiamento che coinvolge abitudini e  comportamenti  ma anche la consapevolezza e responsabilità  di ognuno di noi   per   migliorare   la qualità dell’ambiente. Nei prossimi mesi la Regione metterà in campo  finanziamenti per circa 30 milioni di euro per tre anni per aiutare con incentivi i cambiamenti.  Sarà nostra prerogativa,   insieme  con l’Ufficio Ambiente,   essere attenti e tempestivi per informare tutti i cittadini sulle opportunità previste come ad esempio (incentivi per sostituzione stufe, bonus bike to work, bonus bici, ecc ).”