Indietro
menu
L'iter del progetto

Piscina a Viserba. Il consenso delle associazioni del nuoto

In foto: il progetto
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 4 feb 2021 15:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Mentre la collocazione della nuova piscina comunale nel parco don Tonino Bello di Viserba fa discutere la politica (vedi notizia), le associazioni del nuoto riminese plaudono al progetto. Lo spiega una nota del comune a corredo dell’incontro nel quale l’assessore allo Sport Gian Luca Brasini e quello ai Lavori pubblici Jamil Sadegholvaad hanno presentato il polo natatorio ai rappresentanti delle diverse associazioni del mondo del nuoto.

Per l’Amministrazione è stata l’occasione per presentare le caratteristiche e le dotazioni dell’impianto previste nello studio di fattibilità, ma soprattutto per raccogliere suggerimenti e pareri utili per i prossimi step progettuali. Le società sportive hanno mostrato apprezzamento per le scelte tecniche legate agli spazi acqua, sia per le dimensioni sia per la profondità. Il progetto prevede infatti tre vasche, di cui una principale da dieci corsie da 25 metri e le altre due vasche per attività varie (esempio fitness in acqua, acqua motricità per bambini, avviamento al nuoto per ragazzi, recupero funzionale).

Apprezzato dalle società sportive anche il percorso procedurale che porterà alla realizzazione dell’impianto sportivo: il progetto prevede un bando per la sola realizzazione della struttura, interamente finanziata dal Comune (per un investimento complessivo di 7.440.000 euro), riducendo al minimo il rischio di vedere l’opera inconclusa. Parallelamente con l’avvio dei lavori sarà impostato invece il piano economico finanziario e quindi il bando per la gestione di un polo natatorio che, qualunque sia il gestore, avrà la mission di servizio pubblico e quindi garantirà adeguato numero di ore alle associazioni sportive e all’attività scolastica.

Condivisa dalle società sportive anche la scelta di collocare la nuova piscina nella zona di Rimini nord, nell’area tra via Sacramora e via Baroni a Viserba monte: una posizione che colmerebbe il gap di funzioni per lo sport di una delle aree più popolose della città. Senza dimenticare l’ampia fascia di studenti che frequentano il vicino polo scolastico e la riorganizzazione della mobilità che la renderà ancor più accessibile dal territorio.

L’incontro di ieri ha rappresentato la prima tappa di un percorso di confronto che proseguirà anche nei prossimi mesi, di pari passo con le fasi di progettazione dell’opera – commenta l’assessore allo Sport Gian Luca Brasiniin modo tale da poter continuare a raccogliere indicazioni da coloro che saranno i principali utilizzatori della piscina e ci siamo presi l’impegno di presentargli il progetto definitivo prima della sua approvazione”. “Un percorso partecipato – aggiunge l’assessore ai Lavori Pubblici Jamil Sadegholvaadche coinvolgerà tutti i soggetti interessati, a partire dai residenti della zona di Rimini nord a cui presenteremo lo studio di fattibilità già nei prossimi giorni per raccogliere i loro suggerimenti e le loro proposte”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione   
di Redazione