Indietro
menu
Molluschi da conoscere

Lumache: come controllarle nel proprio giardino e le specie più importanti

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 9 feb 2021 16:46 ~ ultimo agg. 10 feb 20:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tanto innocue quanto calme, le lumache sono anch’esse comprese dagli enti nazionali di protezione animali. Le lumache di terra appartengono alla stessa famiglia dei polpi, ovvero sono dei molluschi. I molluschi come si è già sentito più volte, non hanno uno scheletro interno, ma le nostre care lumache hanno comunque il loro amato guscio per protezione. Oltre ad essere dei molluschi, le lumache sono parte della famiglia Gastropoda, e come tali, hanno la possibilità di potersi adattare a tantissime tipologie di condizioni di vita, senza richiedere enormi porzioni di cibo.

Le lumache a primo acchito possono sembrare tutte uguali, e invece anche questi piccoli e carinissimi molluschi hanno delle specie che le contraddistinguono.

Tra le specie più importante si possono trovare:

  • La lumaca gigante Africana: questa lumaca è lunga 20 cm e come ci suggerisce il nome, nasce in Africa. Essa è la specie di lumaca più grande che esista ed è una grandissima mangiona di vegetali.
  • La lumaca da giardino: questa più piccolina, arriva fino a 3 cm di grandezza, e hanno origine nel mediterraneo, dell’europa occidentale.
  • Lumaca romana: Questa è la più diffusa, infatti la si può trovare in moltissime parti del mondo.

Un elemento della lumaca che più affascina per la sua particolare unicità, è il guscio. Il loro guscio è davvero solido, fatto da carbonato di calcio, che va a proteggere il corpicino molliccio e i suoi organi. Tra tutti gli organi troviamo in particolare il polmone, infatti le lumache respirano il nostro stesso ossigeno a differenza di quelle acquatiche che sono davvero in pochissime a poter respirare anche con l’ossigeno. La lumaca di terra è molto diversa in confronto a molti altri animali, proprio perché hanno un’anatomia molto particolare che per molte persone è motivo di grandi studi, e anche l’ente protezione nazionale animali se ne è interessato.

Le lumache possono sembrare davvero innocue, ma non sono proprio indifese contro i loro predatori. Uno dei loro metodi di difesa più conosciuto ad esempio è quello di ritirarsi nel proprio guscio, avvolgendosi in uno strato di muco che prende il nome di epifragma. Quando le lumache vengono attaccate, rilasciano come difesa, una quantità di muco con lo scopo di soffocare e confondere l’aggressore. In più hanno anche la capacità di nascondersi sotto terra quando è più opportuno in modo da sparire dalla vista del malintenzionato che ha voglia di disturbare la lumaca, che anche tramite il suo guscio generalmente marrone è facile da mimetizzarsi nel terreno.

Come controllare le lumache nel proprio giardino

Tuttavia, alcune persone non hanno simpatia per le lumache in quanto vanno a nutrirsi dei vegetali che si hanno in giardino. Infatti ci sono alcuni metodi per poter tenere a bada questi molluschi in modo da poter proteggere il proprio giardino. Di solito la lumaca più comune che si può trovare nel proprio giardino è quella comunemente chiamata lumaca da giardino marrone. Il suo nome esatto scientifico esattamente è Helix aspersa, di solito si riconoscono per il loro comune guscio marrone e il loro corpicino grigiastro.

C’è chi suggerisce un metodo piuttosto sbrigativo, quello di mettere birra in dei contenitori bassi e aspettare che le lumache, stranamente attratte dalla birra, ci finiscano dentro annegando.

Ma per fortuna ci sono svariati metodi meno cruenti per poter mantenere alla larga le lumache, e tra questi uno dei più comuni è quello mettere intorno ai propri vegetali delle sostanze granulose come ad esempio della sabbia e sopra di essa adagiarvi un repellente. Questo metodo è il più comune, infatti le lumache una volta arrivati al vegetale tenderanno ad andar via. Un altro metodo molto efficace sono le barriere. Questo tipo di protezione si basa sul mettere percorso che viene percorso dalla lumaca un ostacolo vero e proprio che alla lumaca non sarà molto di gradimento. Ad esempio, di solito si usa mettere del filo di rame e anche la vaselina. Questi sono i metodi più pacifici per poter tenere a bada le lumache senza far loro del male.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO