Indietro
mercoledì 5 maggio 2021
menu
Campione di Fair Play

Stefano Fallini, il suo gesto vale la candidatura al prossimo Fair Play Award

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 1 dic 2020 17:58 ~ ultimo agg. 18:01
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tra gli eventi di una gara che purtroppo non ha sorriso al Fiorentino Futsal, non è passato inosservato un gesto di grande valore sportivo. Nel Preliminare di Champions League giocato lo scorso giovedì a Cipro, al minuto 31’30’’, Preá, laterale dell’Omonia Nicosia, spara una bordata con il destro che cozza contro uno dei sostegni della porta rossoblù. L’illusione generale è quella di una fragorosa traversa. Un’illusione che coinvolge anche gli arbitri. E come loro, la maggior parte dei presenti. Ma non Stefano Fallini. Il mister del Fiorentino ha la percezione giusta e non esita un istante a comunicarla agli ufficiali di gara: no, non è traversa. È gol. La palla ha sbattuto sul sostegno interno alla rete e poi è rimbalzata in campo. Ma è entrata.

Un gesto, quello del tecnico rossoblù, del tutto disinteressato (anzi, dal punto di vista del risultato, controproducente) e per questo ancor più prezioso. Grazie a lui la rete, peraltro molto bella, è stata regolarmente convalidata. Gli stessi avversari dell’Omonia Nicosia, nel dopo gara, hanno tenuto a ringraziare pubblicamente l’avversario attraverso i loro profili social, sottolineando in particolare il potere di ispirazione che gesti come quello possiedono per tutte le persone che praticano sport.

Il singolare “gol” messo a segno da Fallini ha incontrato anche l’attenzione (e ovviamente la stima) della FSGC. Che ha immediatamente provveduto a segnalarlo al Comitato Nazionale Sammarinese Fair Play. Il nome di Fallini sarà così iscritto alle nomination per il “Fair Play Award al gesto” che il Comitato assegnerà il prossimo 7 settembre in occasione della 4a edizione della Giornata Mondiale del Fair Play. Non solo: lo stesso Comitato segnalerà il gesto all’European Fair Play Movement, così che anche al di fuori dei confini nazionali esso possa essere ammirato ed apprezzato. Come è giusto che sia.

FSGC | Ufficio Stampa