Indietro
menu
corsi internazionali in crescita

La pandemia non frena le iscrizioni al Campus di Rimini

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 14 dic 2020 19:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Più 1,5% a livello generale, addirittura più 17% per le lauree specialistiche e a ciclo unico, con una spiccata vocazione internazionale. Il Campus riminese dell’Università di Bologna si consolida, anche nel 2020/’21, come polo di attrazione per giovani studenti e registra numeri incoraggianti, soprattutto se contestualizzati al periodo di forte instabilità determinato dal Covid. Crescono soprattutto i corsi internazionali, come Pharmacy (che triplica le immatricolazioni), Advanced cosmetic sciences, Fashion studies e le magistrali, tra le quali segna un’ottima performance Progettazione e gestione nel disagio sociale.

“Andiamo forte nelle lauree professionalizzanti e nell’attrazione degli studenti stranieri, visti gli ottimi risultati dei corsi internazionali in lingua”, spiegano il sindaco Gnassi e l’assessore alla Ricerca, innovazione e sviluppo, Rossi di Schio. Numeri che confermano quelli recenti (presentati in estate) sull’occupazione dei laureati magistrali. Il Campus di Rimini tocca percentuali più alte (pari al 77,9%), sia rispetto al dato nazionale, che a quello di ateneo. Emerge su innovazione, specializzazione, vocazione internazionale, occupazione e legame con il territorio.

Dati significativi, frutto anche delle numerose iniziative di orientamento e inserimento degli studenti al mondo del lavoro intraprese dal Campus riminese, in sinergia con gli Enti locali, il mondo delle imprese e delle professioni, con la regia dell’ente di sostegno Uni.Rimini.

“Il nuovo incremento delle immatricolazioni – sottolinea il presidente del Campus di Rimini, Sergio Brasiniconferma la tendenza positiva in atto ormai da diversi anni. Di particolare rilievo è il successo della Laurea a ciclo unico internazionale in Pharmacy, ad un solo anno dal suo debutto”. Da sottolineare, infine, anche le 40 borse di studio che Uni.Rimini ha deciso di finanziare a sostegno delle matricole. Un ulteriore segnale di fiducia e speranza, in un anno così difficile e complicato per le conseguenze dell’emergenza sanitaria.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione