Indietro
menu
La solidarietà non si ferma

Il Vescovo inaugura la Casa di Natale del Campo Lavoro

In foto: il taglio del nastro della Casa di Natale
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 6 dic 2020 12:19 ~ ultimo agg. 7 dic 09:01
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Neppure il Covid può fermare la solidarietà riminese. Anche quest’anno infatti ha riaperto i battenti, come momento di promozione e autofinanziamento, la “Casa di Natale” del Campo Lavoro Missionario in Via Giordano Bruno 27 a Rimini, nei locali messi a disposizione dalla Ditta Lucchi Elettroforniture. A tagliare il nastro questa mattina alle 10, il Vescovo, Monsignor Lambiasi. La “Casa di Natale” sarà luogo d’incontro dove i visitatori potranno ricevere informazioni sull’attività del Campo e sui progetti finanziati nei suoi 40 anni di vita. Ma non solo. Sarà infatti possibile comprare per pochi spiccioli qualche regalino di Natale: libri, quadri, bigiotteria, ceramiche, giocattoli, abbigliamento vintage tutti in ottimo stato. Un acquisto che contribuirà al sostegno dei missionari riminesi nel mondo e dei poveri della porta accanto.

La Casa di Natale del Campo Lavoro Missionario resterà aperta per tutte le Festività di Fine Anno, ogni giorno con orario 9.00-12.30 e 15.30-19.30. L’accesso ai locali sarà strettamente regolamentato: non più di cinque persone alla volta, uso obbligatorio della mascherina e igienizzazione delle mani.

L’iniziativa rientra nel progetto del Comune di Rimini e Volontarimini  “Negozi aperti, vetrine illuminate: riattivazione dei locali in disuso”.

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.