Indietro
menu
Report 21-27 dicembre

Covid. Altini (Ausl): indicatori tornano a crescere. Altro picco di ricoveri

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 30 dic 2020 17:00 ~ ultimo agg. 31 dic 12:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Purtroppo gli indicatori tornano a crescere e nella settimana tra il 21 e il 27 dicembre si registra un nuovo picco di ricoveri covid in reparto. Sono ben 621 le persone ricoverate negli ospedali della Romagna, 47 in più della settimana precedente (+8,2%). Sono invece 41 i pazienti in terapia intensiva (+2). Si tratta di dati aggiornati al 28 dicembre: oggi in Romagna se ne contano, in base ai dati diffusi dalla Regione, 49 in terapia intensiva ma 584 in reparto. Gli ospedali si confermano comunque in livello rosso.

Nella settimana in esame gli indicatori sono tornati a crescere sebbene con un andamento a dente di sega, e con lievi cali ad inizio di questa settimana – commenta il direttore sanitario dell’Ausl Romagna Mattia Altini. Per quanto riguarda le positività non dobbiamo mai dimenticare le linee guida per la limitazione del covid che ognuno di noi deve continuare a seguire. Perchè è vero che grazie alla esecuzione e refertazione rapidissima dei tamponi (per la quale ringraziamo tutti coloro che ci stanno dando sostegno) stiamo lavorando per limitare la diffusione. E’ anche vero che la vaccinazione, che abbiamo iniziato ad effettuare proprio domenica scorsa e che proseguirà secondo il percorso indicato dal ministero, è un’arma potentissima che abbiamo in mano. Ma è altrettanto vero che se vogliamo limitare le vittime del virus, soprattutto tra i più deboli, dobbiamo continuare a stare attenti. Adesso più che mai. E’ importante farlo anche perchè se i ricoveri non caleranno, non riusciremo a mantenere il livello delle prestazioni extra-covid che abbiamo adesso, e questo, invece, è importante per evitare che i tempi d’attesa tornino ad allungarsi. Al momento riusciamo a garantire oltre l’80 per cento di queste prestazioni, ma vogliamo tornare a fare ancora meglio. Ci riusciremo, con l’aiuto di tutti, e per il bene di tutti. Perciò contiamo sull’aiuto di tutti“.

Nella settimana tra il 21 e il 27 sono stati effettuati in Romagna 31.177 tamponi con 3.177 positività e un incidenza del 10%, in aumento rispetto alla settimana precedente, con un picco a Rimini del 13,2 (rispetto al 9,3 precedente). La performance dei tempi di refertazione dei tamponi entro le 48 ore è migliorata, arrivando all’89%. In provincia di Rimini si sono registrati nella settimana 1.095 nuovi contagi (la metà nel capoluogo). Il numero di casi attivi, grazie alle tante guarigioni, scende però da oltre tremila a 2.857. Dopo Rimini con 1.356, è Santarcangelo ad averne il maggior numero di casi attivi (307). Altre 46 le vittime registrate in una settimana che portano il totale dall’inizio dell’epidemia a 520.

Una curiosità. Il piccolo comune di Casteldelci è tornato covid free: nessun caso attualmente attivo.

Altre notizie
Governo atteso al varco

di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.