Indietro
menu
Lotta alle zanzare

Zanzare. Nel 2020 in Regione 6 casi di Dengue e 5 di West Nile virus

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 14 ott 2020 11:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In Emilia-Romagna, nel 2020 finora i casi confermati di Dengue sono stati sei, uno di Chikungunya e Zika virus e cinque quelli di malattia neuroinvasiva da West Nile virus. Si tratta di malattie che vengono trasmesse dalle zanzare e per questo in Regione resta alta l’attenzione. Per il Piano regionale di sorveglianza e controllo delle cosiddette “arbovirosi”, la Giunta ha confermato anche per il 2020 il proprio impegno economico e stanziato 1 milione 200mila euro. Risorse destinate alle Aziende Usl e ai Comuni, che contribuiscono ad attuare sul territorio le azioni per contrastare la diffusione e ridurre la presenza di questi insetti – della specie sia comune (Culex) che Tigre (Aedes) – ma anche per mantenere elevato il livello di controllo della possibile circolazione virale. Si va dal monitoraggio con ovitrappole ai trattamenti larvicidi sul suolo pubblico, dalla sorveglianza delle infestazioni alle attività di disinfestazione, agli interventi sanitari per la riduzione del rischio di trasmissione dei virus.

Negli ultimi anni, in Emilia-Romagna, i casi di cittadini che hanno contratto malattie trasmesse da zanzare dopo un soggiorno in aree endemiche non hanno generato nessun focolaio epidemico– spiega Raffaele Donini, assessore regionale alle Politiche per la salute-. Un risultato significativo, che dobbiamo anche al buon lavoro, svolto con il supporto delle Aziende Usl e dei Comuni, per realizzare le misure di sorveglianza e lotta alle zanzare, e alla tempestiva rilevazione della circolazione virale. Ma è fondamentale- prosegue l’assessore- mantenere alto il livello di attenzione e prevenzione: per questo continuiamo a investire risorse, consapevoli che i migliori risultati si ottengono con un lavoro di squadra, cui sono chiamati a partecipare anche i cittadini”.

La responsabilità degli interventi di disinfestazione per il controllo della popolazione di insetti vettori è in carico alle amministrazioni comunali, con il supporto tecnico-scientifico dei Dipartimenti di Sanità pubblica delle Aziende Usl. Saranno quindi le Aziende a suddividere il finanziamento tra gli Enti attivamente impegnati nella lotta alle zanzare nel territorio di propria competenza.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO
di Andrea Polazzi   
VIDEO