Indietro
venerdì 30 ottobre 2020
menu
Coppe Europee

Il Tre Fiori esce dall'Europa League a testa alta. Vince il Riga 1-0

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 18 set 2020 13:31 ~ ultimo agg. 13:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Riga-Tre Fiori 1-0

IL TABELLINO
RIGA (4-3-3): Ozols, Fjodorovs, Prenga, Suglis, Rugins; Panic, Pedrinho (dal 41’ s.t. Sharpar), N’Kololo; Brisola, Milosevic (dal 33’ s.t. Mombo), Kamess. A disp.: Purins, Peterson, Roger, Hora, Durisic. All. Kononov.

TRE FIORI (3-5-2): A. Simoncini; Vandi (dal 46’ s.t. Perotto), D. Simoncini, Angelini (dal 38’ s.t. Martini); Bonini, Kalissa, Figone, Gregorio, Santoni (dal 34’ s.t. Duma); Giurchinoski, Apezteguia. A disp.: Teodorani, Lunardini, Tamagnini. All. Cecchetti.

ARBITRO: Hovdanum (Fro).

RETE: 12’ s.t. Pedrinho.

CRONACA E COMMENTO
Il Tre Fiori non passa il secondo turno di Europa League ed è costretto a lasciare strada al Riga, squadra della capitale della Lettonia. Un gol di Pedrinho al 12’ del secondo tempo spezza i sogni europei del Tre Fiori, esattamente come il forte vento la sera precedente aveva mandato in frantumi il faro dello stadio Skonto di Riga costringendo l’arbitro ad interrompere la gara dopo 28 minuti di gioco sul risultato di 0-0.

Ripartiti in mattinata dal minuto 29, i gialloblù di Cecchetti ritrovano subito la concentrazione e riescono ad imbrigliare bene il 4-3-3 lettone impostato dal tecnico Kononov. Aldo Simoncini in presa bassa dice subito no a N’Kololo, mentre la difesa sbroglia bene due mischie in area, una aerea, l’altra con Bonini a mettere in angolo il tiro ravvicinato di Brisola. All’intervallo è ancora 0-0, nonostante i padroni di casa possano contare sul favore dello stadio locale e di elementi di buon livello.

Nella ripresa ci prova per primo Milosevic, che spara alto il diagonale da buona posizione. Per sbloccare il risultato il Riga è costretto ad affidarsi ad un calcio da fermo: il portoghese Pedrinho calcia di destro da fuori area, con la palla che entra a fil di palo: Simoncini si tuffa sulla sua destra e sfiora la sfera, ma non basta ad evitare la rete (1-0). E’ lo stesso Pedrinho a combinarla grossa subito dopo, con un clamoroso sgambetto in piena area nel tentativo di fermare Gjurchinoski, ma l’arbitro fa cenno di proseguire. Apezteguia ci prova dalla distanza, con il portiere lettone attento in presa alta. Un vero peccato per la squadra di Cecchetti, che nel finale le prova tutte inserendo altri attaccanti. Con la squadra sammarinese così sbilanciata, arrivano anche altre due chance per il Riga: N’kololo coglie il palo da due passi, Mbombo entrato per Milosevic di sinistro trova il salvataggio sulla linea di Bonini. Finisce così per quest’anno l’avventura europea del Tre Fiori, che può però consolarsi essendo uscito dall’Europa League con una sconfitta di misura e qualche rammarico. Un’eliminazione a testa altissima grazie ad una prestazione di grande livello, in cui i gialloblù hanno dato molto più filo da torcere al Riga di quanto i pronostici non avessero previsto.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
di Icaro Sport