Indietro
menu
Lavori in corso nei plessi

Coriano prepara il rientro a scuola in sicurezza

In foto: sopralluogo alla elementare Don Milani di Ospedaletto
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 20 ago 2020 10:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A Coriano proseguono i preparativi per riaprire le scuole in sicurezza. Il comune ha investito 70mila euro per i lavori strutturali necessari all’adeguamento covid e sta provvedendo, con il finanziamento che dovrebbe giungere dallo Stato, all’acquisto di arredi per ulteriori 70.000 euro. A questi si aggiungono i lavori già programmati sui plessi scolastici.

Durante la ristrutturazione alla scuola elementare Don Milani di Ospedaletto (importo complessivo 113.000 euro) sono emerse alcune zone di intonaco ammalorato. Dopo il sopralluogo effettuato dal sindaco Domenica Spinelli, dall’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Bianchi e dal consigliere delegato all’edilizia scolastica Anna Pecci, si è constatato l’avvenuto rifacimento di tali zone ed è in corso la tinteggiatura dell’intero plesso. L’intervento ha richiesto un ulteriore esborso di 30.000 euro.

Dopo gli innumerevoli interventi atti a mettere in sicurezza i plessi scolastici – commenta Anna Pecci, finalmente negli ultimi anni possiamo curarli anche da un punto di vista estetico e i risultati sono tangibili, non solo quindi scuole sicure ma anche belle.

Stiamo progettando – aggiunge l’assessore Bianchila realizzazione dei nuovi poli scolastici, interventi che richiedono tempo per essere realizzati, nel frattempo si procede al decoro degli edifici esistenti, per dare ai nostri ragazzi luoghi accoglienti.

Sin dal primo momento il mondo della scuola è stata la priorità massima per l’amministrazione – spiega il sindaco Domenica Spinelli, questo lo abbiamo concretizzato con investimenti ingenti a partire dal 2012, oltre 4 milioni di euro, che sono riusciti a cambiare profondamente i plessi scolastici di Coriano. Colgo l’occasione per ringraziare gli uffici che non si sono fermati un attimo per consentire la realizzazione di tutto ciò che serve per la riapertura di settembre e le dirigenze dei nostri istituti comprensivi con le quali stiamo collaborando proficuamente.