Indietro
menu
Assist per il primo cittadino

Settimana Rosa. Consorzi con il sindaco Tosi: no al richiamo indiscriminato

di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 28 lug 2020 13:33 ~ ultimo agg. 29 lug 11:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco di Riccione Renata Tosi incassa l’appoggio di quattro importanti consorzi turistici riccionesi sulle grosse perplessità avanzate sulla settimana rosa. Il primo cittadino ha chiesto di rinviarla al 2021 o, in caso si decida di farla, di presidiare per garantire la maggiore sicurezza possibile. Riccione Family Hotel, Riccione Bike Hotel, Riccione Sport e Riccione Turismo per voce dei loro presidenti si dicono molto preoccupati delle conseguenze negative che la proposta potrebbe avere sul bilancio di una stagione estiva molto complicata, soprattutto per chi come loro punta su un pubblico di famiglie, sportivo e culturale: “ La Settimana Rosa rappresenta più un rischio che un opportunità. Rischiamo di perdere i sacrifici fatti in un’estate che con tanta difficoltà stiamo cercando di lavorare”. Non sono contrari ai singoli eventi “ma diciamo no – scrivono Andrea Ciavatta, Claudio Righetti, Paolo Semprini e Franco Vannucci – al richiamo indiscriminato che è la Settimana Rosa

La nota:

Abbiamo espresso in maniera diretta le nostre preoccupazione all’amministrazione e al sindaco di Riccione, Renata Tosi sulla Settimana Rosa e sulle ripercussioni sulle attività in questa estate molto particolare. Già in anni per così dire normale la Notte Rosa portava con sé una serie di problematiche che a conti fatti non elevava né lo standard qualitativo degli arrivi, né generava volumi d’affari all’altezza delle aspettative. Quest’anno poi, con la situazione in atto, particolare e delicata, la Settimana Rosa rappresenta più un rischio che un opportunità per le nostre attività che si rivolgono ad un pubblico familiare, sportivo e culturale che a noi operatori chiede sempre più spesso professionalità e specializzazione nel prodotto che proponiamo.
Giugno e Luglio sono stati mesi in cui abbiamo avuto un calo del fatturato importante e mai come quest’anno il mese di agosto sarà fondamentale per il bilancio di questa difficile stagione.
 Abbiamo quindi chiesto all’amministrazione di farsi portavoce di un disagio e di trovare le soluzioni per prevenire conseguenze negative. Soprattutto quest’anno che all’emergenza sanitaria, si è aggiunto il mancato invio di rinforzi delle Forze dell’ordine, rischiamo di perdere i sacrifici fatti in un’estate che con tanta difficoltà stiamo cercando di lavorare. Ovviamente non siamo contrari a singoli  eventi che posizionano il nostro brand e quello del nostro territorio in una fascia di qualità, ma diciamo no al richiamo indiscriminato che è la Settimana Rosa”

Notizie correlate
di Redazione