Indietro
martedì 20 ottobre 2020
menu
La prima squadra a Cattolica?

Il sindaco Morelli: "Il settore giovanile della Marignanese deve restare a San Giovanni"

In foto: Il sindaco Morelli premia il presidente della Marignanese, Cervellieri
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 29 lug 2020 18:10 ~ ultimo agg. 30 lug 13:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Niente drammi da parte del sindaco di San Giovanni in Marignano, Daniele Morelli, se la Marignanese si dovesse spostare con la prima squadra al “Calbi” di Cattolica purché il settore giovanile gialloblu resti a San Giovanni.

“Abbiamo prolungato per un altro anno la concessione dell’impianto sportivo – spiega il primo cittadino –, concessione vincolata alla continuazione dell’attività di base. Per la prima squadra leggo che ci sono delle trattative in corso, ma chiaramente io mi occupo della comunità e il presidente del club Oscar Cervellieri dell’aspetto sportivo. Non voglio entrare in queste dinamiche, anche perché mi rendo conto che il salto di categoria comporti costi più elevati rispetto al campionato di Eccellenza e quindi ci sta che si cerchino sinergie. Mi auguro che la Marignanese, al di là della decisione relativa alla prima squadra, mantenga il settore giovanile a San Giovanni perché per noi è fondamentale. Siamo infatti convinti per lo sport abbia un’importanza notevole per la crescita dei nostri giovani. In caso contrario la concessione sarebbe ovviamente revocata”.

L’amministrazione comunale si stava muovendo per mettere a disposizione dei tifosi ospiti una nuova tribuna, ma la situazione attuale ha messo tutto in stand by. “Noi eravamo già pronti come amministrazione a creare le condizioni per il campionato di serie D a San Giovanni, anche con il settore ospiti – continua Morelli -. Al momento abbiamo bloccato tutto: finché io non avrò la certezza che la squadra giochi nel nostro stadio l’investimento non lo faremo. Sono sicuro che il presidente Cervellieri mi informerà appena ci saranno novità. È chiaro che io mi auguro rimanga a San Giovanni anche la prima squadra. Ma la cosa che più mi preme, lo voglio ribadire, è il mantenimento del settore giovanile, che tra l’altro con i suoi oltre 250 giovani credo sia tra i più numerosi del territorio. E mi auguro si preservi anche un altro patrimonio nostro e della Marignanese: il nostro impianto sportivo, che necessita delle stesse cure che gli sono state riservate finora dalla società gialloblu”.

Notizie correlate