Indietro
menu
in particolare sulla linea 11

Folla sul bus. Start Romagna: responsabilità è degli utenti

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 21 lug 2020 15:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono tante le segnalazioni che negli ultimi giorni, al call center di Start ma soprattutto sui social network, denunciano assembramenti sui bus, in particolare sulla linea 11 che serve la zona turistica.

Di fronte ad una situazione di difficile gestione Start Romagna precisa di aver messo in atto tutte le azioni anticontagio previste dei DPCM, ma spiega come i decreti, anche l’ultimo del 14 luglio, pongano al centro la responsabilità dell’utente e che l’attività di controllo ed eventuale sanzione non è compito dell’azienda. “E’ nostro compito – spiega Start – mettere in servizio mezzi con tutte le prescrizioni, dall’informazione alla quotidiana sanificazione, per informare i clienti sulle regole di utilizzo. Ma non spetta a noi garantirne il rispetto e a intervenire in altro modo per gestire gli affollamenti a bordo.

Alle Aziende spetta il compito di svolgere azioni precise di prevenzione e informazione sul corretto utilizzo dei bus. Start Romagna, oltre ad adempiere alle prescrizioni, ha emesso disposizioni interne a protezione degli autisti e per il contenimento dei contatti. 

A far fede è il DPCM del 26 aprile scorso (art. 9), che indica le autorità deputate ad assicurare l’esecuzione delle misure del Decreto, compreso l’obbligo del corretto uso e gestione dei dispositivi di protezione dove previsti. Ciò, ovviamente con la nostra piena collaborazione e in un clima di dialogo e confronto, poiché è il nostro personale ogni giorno e ogni notte a bordo dei mezzi a monitorare la situazione. Start Romagna è impegnata a diffondere informazioni e a monitorare il servizio. Autisti e verificatori a bordo dei bus si prodigano nel trasmettere le attenzioni definite dalle norme. Start Romagna inoltre ha dato indicazioni agli autisti di informare la centrale operativa al fine di comunicare le situazioni critiche alle forze dell’ordine ed eventualmente interrompere il servizio“.