Indietro
menu
Tamponi ancora in crescita

Coronavirus. A Rimini un decesso e dieci casi, quasi tutti all'ex Fonte

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 22 lug 2020 17:28 ~ ultimo agg. 23 lug 13:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Oggi nella provincia di Rimini si registra un decesso, una donna di 88 anni residente nel capoluogo, e 10 nuovi casi positivi, nove dei quali cittadini stranieri che vivono all’ex pensione La Fonte di Viserba nella quale la Ausl ha individuato e isolato un focolaio subito gestito avviando i controlli necessari. Il caso non collegato alla Fonte riguarda un contagio emerso tramite screening. Sono tutti uomini e asintomatici, sono stati posti in isolamento. oggi in provincia si è registrata una nuova guarigione di residente, per cui i casi attivi risultano 46.

Dopo il calo a 18 di ieri, oggi sono 57 in più i nuovi casi di coronavirus in Regione: 41 sono persone asintomatiche individuate nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Oggi l’Emilia Romagna è la regione con più casi in Italia, davanti alla Lombardia con 51.

La gran parte dei nuovi contagi sono riconducibili a focolai o a casi già noti e molti da persone rientrate dall’estero. Numerosi da Paesi extra Schengen, sui quali la Regione ha deciso controlli più stringenti, a partire dal doppio tampone nel periodo dell’isolamento obbligatorio. Un’azione di prevenzione – spiega il bollettino della Regione – che sta portando a individuare positivi asintomatici, intervenendo subito su situazioni potenzialmente a rischio.

A Imola, dei 10 nuovi casi 9 sono relativi a cittadini stranieri, la gran parte dei quali rientrati dall’estero, anche da Paesi extra Shengen, e sottoposti appunto a verifiche e isolamento.

Nel modenese, sui 12 nuovi casi, 6 sono contatti anche in questo caso di un cittadino rientrato da un Paese extra Schengen e 4 sono riconducibili al focolaio individuato nei giorni scorsi in un prosciuttificio della provincia.

I tamponi effettuati da ieri sono 7.736, per un totale di 591.704. A questi si aggiungono anche 1.448 test sierologici. I guariti salgono a 23.689(+27): l’81% dei contagiati da inizio crisi.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 1.325 (28 in più di ieri).

Purtroppo, si registrano due nuovi decessi: oltre a quello di Rimini, un uomo in provincia di Bologna.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 1.237(+31). Sono complessivamente 7 i pazienti in terapia intensiva (+1 da ieri), scendono a 81 (- 4 rispetto a ieri) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.

Le persone complessivamente guarite salgono a 23.689 (+ 27 rispetto a ieri): 193 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 23.496 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi:  4.578  a Piacenza (+1),  3.751 a Parma (+4 ), 5.061 a Reggio Emilia (+3, di cui 3 sintomatici), 4.064 a Modena (+12 di cui 3 sintomatici), 5.168 a Bologna (+ 9, di cui 4 sintomatici);  416 a Imola (+10, di cui 4 sintomatici),1.076  a Ferrara (+6, di cui 1 sintomatico);    1.134 a Ravenna (+ 1, di cui 1 sintomatico),  976  a Forlì (+1 ), 823 a Cesena (invariato) e 2.248 a Rimini (+10).

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione   
FOTO