Indietro
menu
la gurdia resta alta

CAAR. Indino: al servizio durante emergenza, pronti per rilancio

In foto: il Caar
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 6 lug 2020 18:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un plauso agli operatori che durante l’emergenza hanno continuato ad approvvigionare il territorio di frutta e verdura, ma anche al sistema di sicurezza che ha tutelato la salute. L’elogio alle aziende del Caar arriva dal presidente Gianni Indino che afferma anche che la struttura è pronta con la sua attività e i suoi prodotti a supportare, a fine emergenza, la ripresa del turismo.

In tutti questi mesi di emergenza sanitaria il CAAR, Centro Agro Alimentare Riminese, non si è sottratto al suo ruolo di servizio alla comunità e alle imprese, portando avanti le proprie attività sempre in prima linea. Come presidente – sottolinea Gianni Indino – mi sento di elogiare tutte le aziende all’interno del CAAR, i dipendenti e i collaboratori della struttura per il grande impegno profuso, che ha permesso di assicurare i servizi di approvvigionamento alimentare sul territorio in continuità e senza interruzioni, nel massimo rispetto dei protocolli in materia di contenimento dei contagi per la sicurezza dei lavoratori e dei clienti. Questo ci era stato chiesto dalle istituzioni e questo abbiamo fatto: un’attività che ha richiesto sacrifici alle aziende. Insieme al completo mantenimento dei servizi, in primis l’approvvigionamento delle materie prime, ci siamo posti come obiettivo la tutela della salute pubblica, che in questa emergenza è divenuto prioritario. Crediamo che, grazie all’impegno di tutti e al grande spirito di collaborazione, entrambi gli obiettivi siano stati centrati. Finché non ci sarà comunicato dalle autorità continueremo a tenere alta la guardia, pronti ad aumentare i giri del nostro motore nei prossimi mesi quando, ci auguriamo, l’emergenza sarà passata e sul mercato ci sarà necessità di fare arrivare maggiori quantità di prodotti per supportare la ripresa del nostro turismo”.

Altre notizie
21 collegati a rientri da estero

Solo due i casi a Rimini, ma in Regione sono 71

di Redazione
di Simona Mulazzani
FOTO
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione