Indietro
menu
Dall'11 luglio al 4 agosto

A Bellaria-Igea Marina la mostra d'arte "Biennale del Mare 2020"

In foto: Max Sirotti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 9 lug 2020 10:08
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’estate 2020 si colora di “Arte… Invisibile”. A partire da sabato 11 luglio fino al 4 agosto torna a Bellaria Igea Marina la rassegna artistica BIENNALE del MARE 2020; organizzata dall’associazione Arte Invisibile, in collaborazione con il Comune di Bellaria-Igea Marina e la partecipazione di Fondazione Verdeblu.

L’esposizione d’arte pittorica, scultorea e fotografica avrà una dislocazione in due location tra Bellaria e Igea Marina. Gli spazi espositivi allestiti saranno quelli del Palazzo del Turismo (via L. Da Vinci 5 a Bellaria) e del Centro Polivalente Comunale (piazza S. Margherita 99 ad Igea Marina).

L’ideatore e direttore artistico JAHRANI MOURAD, in arte MORO (conosciuto come l’artista delle rose d’acciaio) ha selezionato numerosi nomi dell’arte locale, nazionale e internazionale.

Tra gli artisti presenti con le loro opere si annoverano: Absdessamad Halloumi; Stefano Ferroni; Max Sirotti; Romano Buratti; Alessandro Galanti; Cristian Cimatti; Donatella Vivoli; Elena Sguotti; Elisabetta Orsenigo e Anna Bellù (in arte BettyBellù); Emma Bozzella; Ernesto Lacchini; Fabrizia Vittori; Gabriella Pollini; Giovannella Zanotti; Giuliano Cardellini; Giusy Marchesini; Luciano Giulianini; Maria Starace; Marina Ravaioli; Mavis Gardella; Monica Bologna; Stefania Modigliani; Valentina Brocculi; Valentino Menghi; Werther Vincenzi.

Tra gli artisti bellariesi troviamo: Andrea Borioni; Carlo Pelliccioni; Corrado Stievano; Gianmaria Calderoni; Lara Romano; Monica Barberini; Paolo Faetanini; Silvano Lazzarini e Yopoz. Esporrà le sue opere anche Jahrani Mourad.

“L’evento è basato sulla ricerca e sensibilità di artisti che vanno alla riscoperta del viaggio più profondo dell’animo per trovare una libertà d’immagini e di colori che solo cuori liberi possono svelare”. Questo è il messaggio trasmesso dall’esposizione Biennale del Mare 2020, ovvero l’abilità di far emergere dalla materia prima, dalla pittura o da dietro un obiettivo, l’arte invisibile che ci circonda. Segnali che solo occhi sensibili e attenti sanno cogliere dietro le trame del reale. È un caleidoscopio di esperienze artistiche eterogenee, per lo più tenute in ombra nel difficile mercato dell’arte; quando invece il talento e la qualità creativa di questi artisti sono autentici; come potrà cogliere chi visiterà la mostra. Nel percorso espositivo si passa dall’ultraottantenne cesenate Romano Buratti con un importante curriculum all’emergente graffitaro Yopoz; al noto fotografo di moda Stefano Ferroni con i suoi “umani ritratti”; al pittore neofelliniano Max Sirotti.

La mostra d’arte si aprirà con il vernissage di sabato 11 luglio alle ore 20.30, presso la sala conferenze del Palazzo del Turismo di Bellaria. L’ingresso sarà su invito ed avrà come ospite d’onore lo scultore Maestro Leonardo Lucchi.

Nelle serate seguenti, fino a martedì 4 agosto, la mostra rimarrà aperta al pubblico con ingresso libero, nelle due sedi del Palazzo del Turismo di Bellaria e il Centro Polivalente Comunale di Igea Marina, dalle 20.30 alle 22.30, dal lunedì alla domenica.