Indietro
menu
il saluto del sindaco

La lettera aperta del sindaco Parma a Don Andrea Turchini

In foto: Alice Parma e Don Andrea nel giorno dell'arrivo dei profughi siriani nel 2018
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 6 giu 2020 13:51 ~ ultimo agg. 13:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una lettera aperta per salutare quello che è stato il parroco di Santarcangelo per quattro anni, Don Andrea Turchini. Per congratularsi per la nomina a rettore del Seminario di Bologna. Ma anche per ricordare un rapporto istituzionale e personale e per manifestare la tristezza che accompagna il momento dei saluti. A scrivere la missiva è il sindaco di Santarcangelo Alice Parma.

La lettera

Carissimo don Andrea,
nell’apprendere della tua prossima partenza per il Pontificio Seminario Regionale Flaminio di Bologna, dove ti attende il prestigioso incarico di Rettore, non posso che congratularmi con te, esprimendo tutto il mio apprezzamento per il tuo operato negli anni da Parroco di Santarcangelo.

Un apprezzamento che deriva in prima istanza dalle relazioni, sempre equilibrate e approfondite, tra le due istituzioni che rappresentiamo. Credo che mai come in questi anni, grazie alla tua sensibilità e disposizione all’ascolto, il dialogo tra Comune e Parrocchia abbia portato a una sintonia, a una condivisione di intenti e iniziative di cui ha potuto beneficiare l’intera comunità di Santarcangelo.

Cito solo tre esempi, non a titolo rappresentativo ma perché ritengo siano rimasti nel pensiero di molti: la fiaccolata in memoria di Maria Pia Galanti, la ragazza ritrovata morta alla stazione ferroviaria; la mobilitazione per la pace in Siria, compresa la straordinaria accoglienza riservata a Sheik Abdo e alla sua famiglia; le continue azioni di solidarietà, come l’ultima raccolta alimentare per le persone in difficoltà a causa dell’emergenza Covid.

Il mio apprezzamento, in ogni caso, come ho già avuto modo di dirti è anche personale, perché credo che anche in un contesto istituzionale siano sempre e comunque le persone a fare la differenza. Nei tuoi anni a Santarcangelo, che finora hanno quasi coinciso con i miei da sindaca, ho avuto modo di maturare una profonda stima, anche un affetto per la persona che sei e per il modo in cui interpreti il ruolo che ti è stato assegnato.

Ora siamo ai saluti, e non c’è dubbio che un po’ di tristezza – in me come in tanti santarcangiolesi – si faccia spazio accanto alla consapevolezza che, dovunque andrai, con la tua esperienza umana e spirituale saprai offrire un contributo significativo alle persone che incontrerai sulla tua strada, in particolare ai giovani del Seminario Regionale.

Permettimi dunque di concludere augurandoti ogni bene per il tuo nuovo percorso e chiedendoti di anticipare, da parte mia e di tutta la comunità di Santarcangelo, un caloroso benvenuto a don Giuseppe Bilancioni, oltre a rinnovare le congratulazioni a don Ugo e don Luca per i loro nuovi incarichi, che siamo certi sapranno ricoprire nel migliore dei modi.

Con profonda stima,
Alice Parma
Sindaca di Santarcangelo

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione