Indietro
domenica 22 novembre 2020
menu
Ora ricorso al TAR

Il Collegio di Garanzia del CONI respinge il ricorso del Rimini FC. Niente play out

In foto: Il legale del Rimini, Cesare Di Cintio
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 19 giu 2020 19:53 ~ ultimo agg. 21 giu 01:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Oggi (venerdì) alle 15:30 si è tenuta l’udienza davanti al Collegio di Garanzia dello Sport del CONI relativa al ricorso del Rimini F.C. contro la decisione della FIGC di retrocedere il club biancorosso in serie D senza dargli la possibilità di difendere la categoria ai play out.

Lo stesso percorso dei biancorossi è stato intrapreso da Gozzano, Picerno, Olbia, Rieti e Fano.

Il Collegio, composto dal presidente, Franco Frattini, e dai componenti Mario Sanino, Manuela Sinigoi, Massimo Zaccheo e Dante D’Alessio, ha respinto il ricorso della società biancorossa, rappresentata dall’avvocato bergamasco Cesare Di Cintio, e quelli di tutte le altre società ricorrenti.

La Rimini Calcio, come preannunciato, ora ricorrerà d’urgenza al TAR del Lazio chiedendo sempre di poter partecipare ai play out.

I Giudizi.

LA NOTA DEL RIMINI FC

Il Collegio di garanzia dello Sport del Coni, riunitosi in data odierna, ha respinto il ricorso presentato dal Rimini F. C., lo scorso 15 giugno attraverso il legale Cesare Di Cintio, in merito alla retrocessione d’ufficio decretata dal Consiglio federale.

“È una partita che si gioca su tre tempi, dunque quella del Rimini non termina certo qui – ha spiegato proprio l’avvocato Di Cintio -. Andiamo avanti con il prossimo step, il ricorso al Tar del Lazio”.

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO