Indietro
menu
Dal primo luglio

I dettagli sul Bonus Vacanza. Il vademecum dell'Agenzia delle Entrate

In foto: Bonus Vacanza
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 18 giu 2020 12:53 ~ ultimo agg. 19 giu 12:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A pochi giorni dall’avvio, arrivano le istruzioni per ottenere il bonus vacanze previsto dal decreto Rilancio. A beneficiarne saranno i nuclei famigliari con Isee non superiore a 40mila euro: il bonus sarà di 150 euro se il nucleo è formato da una sola persona, 300 per due persone e 500 dalle tre in su. Si tratta di un credito utilizzabile dal primo luglio al 31 dicembre solo in Italia, in alberghi, agriturismi o bed and breakfast. Per richiedere l’agevolazione è necessario scaricare IO, l’app dei servizi pubblici. Sarà la app a verificare i requisiti ed informare sull’importo del bonus. Ad utilizzarlo, un solo componente del nucleo, in un’unica soluzione e per i servizi di una sola struttura. Niente intermediazione di piattaforme o portali telematici per i pagamenti. L’80% del bonus sarà sotto forma di sconto sul prezzo da pagare (effettuato quindi direttamente dall’albergatore) mentre il restante sarà una detrazione di imposta. Al momento del pagamento, l’albergatore inserirà il codice del bonus nell’area riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate che confermerà l’importo fruibile. L’esercente potrà recuperare gli sconti praticati come credito d’imposta oppure potrà cedere il credito a fornitori o banche comunicandolo all’Agenzia. Abi e Federalberghi hanno firmato un accordo che, tra le altre cose, punta a rendere più efficiente la cessione del credito. Per gli albergatori, alle prese con una stagione molto difficile, è fondamentale infatti avere maggiore flusso di liquidità.

Il vedemecum dell’Agenza delle Entrate