Indietro
menu
il riconoscimento di mattarella

Da Riccione alla Lombardia nell'emergenza Covid: due volontari della CRI nominati Cavalieri

In foto: I due volontari della CRI premiati
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 3 giu 2020 14:12 ~ ultimo agg. 4 giu 11:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Erano partiti il 24 marzo per la provincia di Bergamo, una delle zone più colpite dal coronavirus. In quelle drammatiche settimane servivano medici e personale con ambulanze per rispondere alle centinaia di richieste d’aiuto e loro non ci hanno pensato due volte, dando subito piena disponibilità. Marco Buono, 35 anni, e Yvette Batantu Yanzege, 42enne originaria del Congo ma riminese d’adozione, due volontari della Croce Rossa Riccione, sono stati insigniti dell’onoreficenza di Cavaliere al merito della Repubblica rilasciata dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha voluto premiare cittadini di diversi ruoli, professioni e provenienza geografica, che si sono particolarmente distinti nel servizio alla comunità durante l’emergenza del coronavirus.

Oltre ai due volontari della Cri, sono hanno ricevuto l’onoreficenza anche Giovanni Moresi, autista soccorritore di Piacenza Soccorso 118, Mata Maxime Esuite Mbandà, giocatore del Zebra Rugby Club e della nazionale italiana, volontario sulle ambulanze per l’Associazione Seirs Croce Gialla di Parma e Monica Bettoni, ex senatrice e Sottosegretaria alla Sanità, medico in pensione, che ha deciso di tornare in corsia.

“A questi nostri concittadini dico grazie a nome di tutta la comunità regionale. Il loro impegno è stato straordinario, a dimostrazione di una sensibilità e di una forza personali encomiabile. Ma rappresenta bene – ha dichiarato il presidente della regione, Stefano Bonaccini – anche il grande senso di responsabilità col quale gli emiliano-romagnoli hanno affrontato la fase più dura dell’emergenza sanitaria, così come la professionalità e l’abnegazione del personale sociosanitario, dei volontari di protezione civile, delle forze dell’ordine, delle polizie locali, dei vigili del fuoco, del Terzo settore e di tutti coloro, lavoratrici e lavoratori, che hanno continuato a ogni giorno a tenere aperti settori vitali per la quotidianità di tutti noi. E grazie al presidente Mattarella che ancora una volta ha colto quanto siamo capaci di fare insieme, qui e nel Paese. Una unità di intenti – ha concluso il governatore – ancor più necessaria adesso che si tratta di ricostruire, senza lasciare indietro nessuno”.

Per Emma Petitti, presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, “Marco e Yvenne hanno risposto all’appello della Lombardia che, nel momento in cui era più in difficoltà, ha chiesto aiuto ai medici e al personale sanitario di altre Regioni italiane per farsi affiancare nella lotta e contenimento del Coronavirus. Sono contenta di questo importante riconoscimento conferito ai due volontari della Perla Verde perché dimostra, ancora una volta, la generosità e la propensione all’aiuto che da sempre caratterizzano la storia e l’anima del territorio romagnolo. La capacità di connettere la propria esperienza e professionalità alla dimensione della solidarietà è ciò che di più bello si può fare per la propria collettività”.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna