Indietro
menu
appello a Bonaccini

Gli albergatori di Bellaria: portiamo in Riviera gli stranieri

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 8 mag 2020 18:00 ~ ultimo agg. 19:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Non è il momento di subire le scelte che, anche fuori confine, si stanno compiendo a livello turistico, per questo abbiamo intenzione di rivolgerci al Presidente Bonaccini promuovendo l’idea di creare un protocollo turistico che consenta di portare in sicurezza sull’Adriatico romagnolo ospiti provenienti da Francia, Svizzera e Germania”. Così Simona Pagliarani, Presidente Federalberghi A.I.A. Bellaria Igea Marina.
La lettera è stata sottoscritta da Federalberghi A.I.A. Bellaria Igea Marina, Cooperativa Bagnini e Turismhotels, di cui Sindaco e Amministrazione Comunale si sono fatti
portavoce di fronte alle indiscrezioni che vorrebbero allo studio una sorta di corridoio turistico mitteleuropeo, che coinvolgerebbe paesi come Germania, Austria, Repubblica Ceca, Slovenia e Croazia, tagliando fuori l’Italia dalle rotte turistiche dell’Adriatico.
Uno scenario costruito attorno al minore impatto del coronavirus in paesi che rappresentano, per la nostra destinazione turistica, dei competitor diretti. Legato anche,
riteniamo, all’incertezza che si respira nei nostri territori e che condiziona chi ci deve scegliere quale meta”, sottolinea la Pagliarani. “E’ giunto il tempo di decisioni e strategie chiare, anche in
ottica di orientamento della futura promozione.”

Bellaria Igea Marina conta oltre 2.200.000 presenze turistiche all’anno e il 2019 ha registrato proprio l’aumento dei turisti stranieri (+ 8,8 % rispetto al 2018, miglior performance
a livello provinciale). Un totale di 78.000 visitatori provenienti da oltre confine.

Notizie correlate
di Redazione   
di Maurizio Ceccarini   
VIDEO