Indietro
menu
Buio in sala, settore in crisi

Cinema. Giometti: con queste misure impossibile aprire, speriamo nell'autunno

In foto: per la ripartenza dei cinema ci sarà ancora da attendere
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 21 mag 2020 13:30 ~ ultimo agg. 13:30
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I cinema e i teatri potrebbero riaprire, in base alle ultime indicazioni del Governo, il 15 giugno. E’ molto probabile però che il grande schermo continui a restare spento almeno fino all’autunno. Lo spiega a Tempo Reale Massimiliano Giometti, titolare con la famiglia di multisale a Rimini, Riccione e nelle Marche. Oltre alle restrizioni previste dai protocolli, come l’obbligo di mascherina in sala per tutta la proiezione o il divieto di vendita di bibite e cibo, mancano anche i film da proiettare. “E’ come aprire un ristorante senza il cibo” spiega sconsolato Giometti. Il settore della produzione non ha infatti ancora ripreso e le pellicole di grande richiamo (già pronte) attendono periodi migliori al botteghino. Per gli appassionati di cinema resta una piccola speranza: Giometti conferma infatti che per l’estate si sta lavorando per allestire arene all’aperto. Ancora però non ci sono certezze e le difficoltà per il comparto e per i suoi lavoratori restano tante.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna