Indietro
menu
Nel rispetto delle normative

A Santarcangelo chiusi i giochi nei parchi ma via libera a sport in aree verdi

In foto: il parco Francolini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 23 mag 2020 10:44 ~ ultimo agg. 10:52
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A Santarcangelo il sindaco Alice Parma ha firmato l’ordinanza per la chiusura al pubblico delle aree gioco nei parchi comunali per evitare fenomeni di assembramento. L’ordinanza, che resterà in vigore fino al 14 giugno prossimo, prevede il mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro (così come indicato dal DPCM 17 maggio 2020) in tutti i parchi e giardini pubblici comunali e comunque nelle aree attrezzate a verde, nonché il divieto di utilizzo delle aree attrezzate con strutture e giochi per bambini e delle aree attrezzate per lo sport.

Gli spazi all’aperto presenti nel capoluogo e nelle frazioni saranno presto disponibili per svolgere attività sportive e motorie in maniera continuativa. È quanto ha stabilito ieri (21 maggio) la Giunta comunale approvando le linee di indirizzo per la concessione delle aree verdi del territorio comunale a seguito dell’emergenza sanitaria. L’idea di fondo è che società e associazioni sportive possano utilizzare in maniera continuativa gli spazi verdi per attività motorie e sportive in linea con le normative vigenti che appunto privilegiano e consentono l’utilizzo di spazi aperti per prevenire e contenere la diffusione del Covid-19 attraverso il distanziamento interpersonale.

Per l’utilizzo delle aree verdi sarà sufficiente inoltrare una comunicazione all’Amministrazione comunale che solo nel caso dovesse ravvisare elementi di criticità comunicherà l’eventuale diniego. Rimane a carico dei richiedenti la responsabilità civile o penale in caso di mancato rispetto di leggi, regolamenti, prescrizioni o raccomandazioni riguardanti la salute e la sicurezza dei partecipanti, con particolare riferimento alle vigenti normative in materia di prevenzione anti Covid-19. Così come resta inteso che l’utilizzatore delle aree risponderà di eventuali danni causati ad impianti, attrezzature e arredi presenti nelle aree verdi. Di qui la necessità di individuare un referente per la vigilanza e la pulizia degli arredi e delle attrezzature, da indicare in sede di invio delle comunicazioni.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del Comune www.comune.santarcangelo.rn.it, dove è anche pubblicato il modulo per inoltrare comunicazione al servizio Staff Politiche Educative, Sport, Politiche Giovanili tramite mail all’indirizzo l.bianchetti@pec.comune.santarcangelo.rn.it. La comunicazione, da far pervenire almeno sette giorni prima dovrà contenere tutti i riferimenti relativi all’attività, che si intende svolgere. Per maggiori informazioni: tel. 0541/356.272.

“L’obiettivo – spiega il sindaco Alice Parma – è quello di rendere la città ancora più vitale e dinamica anche dal punto di vista del benessere e della salute fisica, nonché delle relazioni sociali, favorendo attività sportive prolungate nel tempo, nelle tante aree disponibili sia nel capoluogo che nelle frazioni, purché nel rispetto delle normative di sicurezza sanitaria e del distanziamento interpersonale. Ecco perché l’Amministrazione comunale si riserva la facoltà di intervenire soltanto nel caso in cui si verifichino danni ad arredi e attrezzature, comportamenti che mettono a rischio la tutela degli spazi verdi, nonché problemi di sicurezza e salute pubblica”.

Notizie correlate
di Andrea Turchini