Indietro
menu
Arresti dei Carabinieri a Bellaria

Sessantenni litigano coi condomini e aggrediscono le forze dell'ordine

In foto: Carabinieri @Adriapress
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 17 apr 2020 12:43 ~ ultimo agg. 13:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Giovedì alle 13 circa, il personale della Polizia Municipale di Bellaria Igea Marina è intervenuto in un palazzo del centro cittadino dove era stato segnalato un acceso diverbio tra diversi condomini per questioni di parcheggio dei veicoli negli stalli comuni. All’arrivo degli agenti, due dei condomini – un 60enne e un 65enne – hanno assunto da subito un atteggiamento aggressivo ed offensivo nei loro confronti, apostrofandoli con epiteti ingiuriosi e con tono di sfida, rifiutando di fornire i documenti di identità. Visto il degenerare della situazione ed il comportamento sempre più aggressivo e violento dei due soggetti, gli agenti hanno richiesto il supporto di altro personale e dei Carabinieri della locale stazione, tentando nel frattempo di far salire i due uomini a bordo del mezzo di servizio.

I due hanno iniziato a spintonare gli agenti della municipale, colpendoli con pugni e calci per assicurarsi la fuga ma sono stati bloccati dopo una breve colluttazione anche grazie al sopraggiungere del personale di rinforzo. I due agenti della polizia municipale riportavano lievi lesioni medicate presso il locale pronto soccorso. Condotti in caserma ed identificati, i due uomini sono stati dichiarati in arresto in flagranza per reati di resistenza, violenza, oltraggio a P.U. e lesioni personali. Sono stati rimessi in libertà (in ossequio alll’art. 121 delle disposizioni di attuazione del codice di procedura penale che disciplina la liberazione di persone in stato di fermo o arresto) anche alla luce dell’attuale emergenza sanitaria nazionale.