Indietro
menu
previsto dalla Legge Madia

Palariccione. Il comune rafforza il controllo pubblico

In foto: il palariccione
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 3 apr 2020 14:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Riduzione del capitale sociale per Geat, dopo l’uscita di scena di quattro soci e maggiori funzioni di controllo del comune sull’attività del Palacongressi per effetto della Legge Madia. La Giunta comunale di Riccione ha approvato modifiche statutarie per le due società a maggioranza pubblica, che ora devono al voto in Consiglio comunale.

Per quanto riguarda la Geat Srl, dopo aver ricevuto la richiesta di liquidazione da parte dei Comuni di Coriano, di San Clemente, di San Giovanni in Marignano e della Provincia di Rimini, nella seduta del coordinamento soci del 29 novembre scorso, è stata votata la liquidazione, mediante la riduzione del capitale sociale e contestualmente è stato dato mandato al notaio di approvare le dovute modifiche statutarie. Una  modifica che non avrà riflessi sulla “mission” della società ma che fa rimanere socio primario il Comune di Riccione.

Per quanto concerne New Palariccione Srl, società a partecipazione pubblica dovel Comune di Riccione ha il 78,84% delle quote, le modifiche seguiranno solo l’adeguamento obbligatorio disposto dalla legge Madia del 2016 che prevede un rafforzamento del controllo pubblico del Comune sull’attività della società.

Notizie correlate