Indietro
menu
I dettagli

Nuova ordinanza. Ecco cosa apre da lunedì in provincia di Rimini

In foto: controlli Polizia Locale
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 25 apr 2020 17:06 ~ ultimo agg. 26 apr 18:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo un riavvicinamento parziale ad inizio settimana, con l’ordinanza firmata venerdì sera dal presidente Bonaccini la provincia di Rimini si riallinea definitivamente al resto dell’Emilia Romagna. Cessano quindi tutte le misure ulteriormente restrittive in vigore. Da lunedì (e fino al 3 maggio) quindi potranno riaprire al pubblico anche nei comuni del riminese queste attività:

. librerie e cartolibrerie,

. negozi di abbigliamento per neonati e bambini,

. negozi florovivaisti/piante e fiori,

. profumerie e negozi dedicati all’igiene della persona.

Inoltre la Regione ha disposto anche la ripresa del servizio da asporto per ristoranti e attività artigianali ma con obbligo di prenotazione per evitare assembramenti e la presenza di un solo cliente per volta nell’attività. Resta sospesa ogni forma di consumo sul posto di alimenti e bevande.

Via libera anche all’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali di compagnia, per appuntamento, utilizzando i mezzi di protezione personale e garantendo le distanze di sicurezza.

Torna ad essere consentita anche la coltivazione del terreno per uso agricolo e l’attività diretta alla produzione per autoconsumo anche all’interno di orti urbani e comunali. Esclusivamente però all’interno del proprio comune di residenza.

Previa comunicazione al Prefetto, da lunedì sarà poi possibile, per le attività produttive ancora sospese, l’accesso di una sola persona ai locali aziendali per lo svolgimento di attività di vigilanza, attività conservative e di manutenzione, gestione dei pagamenti e attività di pulizia e sanificazione.

Il 27, 28 e 29 i concessionari demaniali si occuperanno dell’attività di manutenzione e pulizia dell’arenile per consentire la raccolta dei rifiuti e lo spianamento delle dune. Restano chiusi al pubblico parchi, lungomari e spiagge.

Sono poi consentite le prestazioni di servizio di carattere artigianale rese da terzi per interventi di manutenzione a bordo di imbarcazioni di diporto all’ormeggio.

Nell’ambito delle attività di cantieristica navale, è possibile l’attività di “consegna di  magazzino” nonché quelle propedeutiche allo spostamento dal cantiere all’ormeggio o le attività connesse comunque finalizzate alla consegna.

Confermati, almeno fino al 3 maggio, i varchi ai confini della provincia di Rimini.

Notizie correlate