Indietro
menu
l'annuncio del ministro

Maturità il 17 giugno. L'orale varrà 40 punti, il percorso di studi 60

In foto: Quest'anno niente scritti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 30 apr 2020 01:57 ~ ultimo agg. 13:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Maturità al via il 17 giugno, maxi esame orale da 40 punti che verrà sostenuto dal candidato a scuola e tesina sostituita da un argomento scelto con i professori. Sono queste le principali novità annunciate dalla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ospite ieri pomeriggio del sito Skuola.net.

La ministra, nel corso di una diretta live, ha risposto alle domande degli studenti sciogliendo gli ultimi dubbi sulla maturità ai tempi del coronavirus. “L’esame rappresenta la conclusione di un percorso – ha spiegato -, per questo i crediti prima della pandemia erano 40, poi c’erano gli altri 60 legati alle prove. Ora deve essere valorizzato il percorso di studi di più: quel 60 saranno i crediti dai quali gli studenti potranno partire e 40 la prova orale. L’esame di Stato non è un interrogatorio, ma l’apice di un percorso che non può non riguardare quanto è stato fatto”.

Sulle modalità di svolgimento della prova, la Azzolina ha dichiarato: L’esame orale partirà da un argomento che non sarà una tesina ma un argomento scelto con i loro prof. Confermata la commissione interna ad eccezione del presidente esterno. Per quanto riguarda le valutazione di questo anno scolastico, la ministra ha precisato che “chi avrà 8 meriterà 8, chi avrà 4 meriterà 4, ma da inizio di settembre dovrà recuperare quelle competenze, altrimenti il prossimo anno scolastico sarà più difficile”.

Infine sull’esame di terza media ha confermato quanto già emerso settimane fa: “Faremo preparare agli studenti una tesina, i ragazzi lavoreranno con i docenti per la consegna e poi ci sarà lo scrutinio finale”.