Indietro
menu
"Priorità è sicurezza"

Tirocini sospesi. La Regione risponde alle preoccupazioni

In foto: l'assessore Colla
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 21 mar 2020 09:23 ~ ultimo agg. 10:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Regione riattiverà i percorsi dei tirocini sospesi in tutta Italia a causa del coronavirus dal 13 marzo scorso non appena ci saranno le condizioni di sicurezza. Così l’assessore regionale al Lavoro e alla Formazione, Vincenzo Colla, risponde alle richieste di diversi consiglieri dell’opposizione.

“I tirocini extra-curricolari, una delle forme più efficaci di politica attiva del lavoro, sono stati sospesi il 13 marzo scorso in Emilia-Romagna, così come nel resto del Paese, a seguito delle misure restrittive assunte a livello nazionale per effetto dell’emergenza COVID-19- spiega l’assessore Colla-. E’ stata comunque fatta salva la possibilità, previo accordo fra le parti, di completare il tirocinio con modalità alternative alla presenza in azienda, e quindi utilizzando le tecnologie telematiche disponibili che sappiamo essere in rapida diffusione”.

“Si tratta pertanto- aggiunge- di una sospensione che riguarda, in tutta Italia, anche i tirocini promossi all’interno del Programma nazionale Garanzia Giovani, la cui rilevanza è strategica per l’inserimento lavorativo dei giovani che non studiano e non lavorano ricompresi fra i 18-29 anni e che prevede indennità corrisposte direttamente dalle imprese, mentre sono a carico del Programma l’orientamento, l’accompagnamento e la formalizzazione del tirocinio”.

“Le decisioni assunte sono state ampiamente condivise e sarà nostra premura riattivare il prima possibile il percorso sospeso per accompagnare i giovani ad un posto di lavoro di qualità, ovviamente coronavirus permettendo, perché al primo posto ora c’è la necessità di assicurare le condizioni di massima sicurezza ai ragazzi coinvolti”.

Le imprese si stanno attrezzando per rendere sicuri i luoghi di lavoro attraverso il provvedimento regionale “Indicazioni operative per le imprese ai fini dell’adozione di misure per il contenimento del contagio da SARS-COV-2” e i successivi provvedimenti nazionali. Quindi non si esclude che, attraverso il confronto a livello nazionale sul Programma, la sospensione possa essere rivista senza dover protrarre ulteriormente i percorsi avviati.

“In questa fase l’impegno di tutti è innanzitutto per la sicurezza delle persone- conclude l’assessore- prestando però attenzione, appena ci saranno le condizioni di sicurezza per una ripresa delle attività, a rendere di nuovi fruibili i tirocini in loco sospesi, ricordando che l’intero programma continua peraltro ad essere operativo in tutte le altre misure che riguardano orientamento, formazione e accompagnamento, attività che possono essere svolte anche a distanza”.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna