Indietro
menu
La banda fermata a gennaio

Furti in appartamento, ai domiciliari la "mente" della banda

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 14 mar 2020 10:08
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Riccione nel pomeriggio di venerdì hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, in regime di arresti domiciliari, emessa dal GIP  di Forlì nei confronti di un 30enne albanese. L’uomo era la mente di una banda di tre persone specializzata in furti in appartamento fermata lo scorso 24 gennaio.
Con il provvedimento cautelare, l’Autorità Giudiziaria di Forlì ha ritenuto idonea l’applicazione del provvedimento restrittivo, nuovamente emanato in ottemperanza al criterio di competenza territoriale. Lo stesso Tribunale ha inoltre applicato il divieto di dimora nella regione Emilia Romagna nei confronti dei due complici, entrambi albanesi di 31 e 32 anni.

I carabinieri di Riccione, oltre ad individuare e fermare la banda nel gennaio scorso, erano anche riusciti a ritrovare tutta la refurtiva e riconsegnarla al legittimo proprietario.