Indietro
menu
Con il prossimo decreto

Croatti. Bene Cura Italia sul turismo ma serve sforzo ulteriore

In foto: il Senatore Croatti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 19 mar 2020 16:02 ~ ultimo agg. 16:06
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il decreto Cura Italia “presenta prime misure economiche importanti per il settore turistico, duramente colpito da questa emergenza, ma nelle prossime settimane mi aspetto uno sforzo maggiore per proteggere una delle industrie più importanti del nostro Paese. Che in territori come quello romagnolo, sia direttamente che attraverso l’indotto, coinvolge un elevatissimo numero di imprese e di lavoratori”. E’ il commento del Senatore Marco Croatti del MoVimento 5 Stelle.

“In queste ore mi sto confrontando con gli operatori economici del territorio e nazionali, con la mia Commissione e con il Governo su tutti quegli interventi che nei prossimi giorni potranno essere introdotti a sostegno del settore turistico. Importanti nel decreto Cura Italia le misure che prevedono il rinvio dei termini per il pagamento di Iva, ritenute e contributi, l’intervento sui mutui e il riconoscimento del credito di imposta al 60% dell’ammontare del canone di locazione del mese di marzo 2020. Appare però evidente che questo primo decreto, che contiene misure generali e urgenti, non possa essere specifico sui settori maggiormente colpiti, come quello turistico, che avrebbero urgenza di interventi dedicati. Per questa ragione servirà uno sforzo più mirato nel prossimo decreto, atteso per Aprile, che dovrebbe poter contare anche delle risorse della UE”.

Conclude Croatti: “Il confronto con gli operatori turistici e le categorie in questa fase sarà fondamentale per disegnare le misure in grado di garantire al nostro sistema turistico la capacità di ripartire”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna