Indietro
menu
A Villa Verucchio

Trovato col cellulare rubato in casa, denunciato 36enne

In foto: i Carabinieri e il ricettatore
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 19 feb 2020 14:40 ~ ultimo agg. 14:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Verso la fine del mese di ottobre scorso un cittadino di San Leo ha denunciato alla locale Caserma dei Carabinieri il furto del suo cellulare. Ha raccontato ai militari che la sera prima era stato a giocare con alcuni amici al campo sportivo di Pietracuta e negli spogliatoi ha lasciato il suo zaino con il telefono cellulare. Quando, al termine della partita, è rientrato negli spogliatoi si è accorto che la porta, che prima di andare a giocare era chiusa, era stata forzata e si è accorto del furto del telefono, un “Goodtel C50” del valore di circa 200 Euro.

Le indagini sono partite dall’acquisizione dei file video di alcune telecamere di video- sorveglianza poste nell’impianto sportivo dalle quali però non sono risultati elementi utili. I Carabinieri di San Leo sono passati ad accertamenti tecnici sul telefono rubato riuscendo a risalire al 36enne marocchino residente a Villa Verucchio. Quindi hanno chiesto ed ottenuto dall’autorità giudiziaria di Rimini, un decreto di perquisizione nell’abitazione del sospettato.

Questa mattina i Carabinieri si sono presentati a casa del soggetto dove hanno iniziato la perquisizione ritrovando il telefono cellulare rubato, del possesso del quale l’uomo non ha fornito plausibili motivazioni.

Per il 36enne, operaio, è scattata la denuncia per ricettazione mentre la refurtiva al termine degli accertamenti sarà restituita al legittimo proprietario. Sono in corso ulteriori accertamenti al fine di rintracciare anche l’autore del furto.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
di Redazione
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna