Indietro
menu
guai per un 38enne

Intesta il contatore ad un "amico" per non pagare la luce: riminese denunciato

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 10 feb 2020 15:58 ~ ultimo agg. 11 feb 12:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 1.325
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Era residente a Novafeltria, ma a sua insaputa pagava la luce di un appartamento a Miramare che non era di sua proprietà e nel quale abitava un conoscente. Un 45enne di Novafeltria è stato raggirato un riminese di 38 anni che con lui aveva degli amici in comune. A scoprire la truffa sono stati i carabinieri della Compagnia di Novafeltria, che hanno denunciato il riminese per furto di energia elettrica e sostituzione di persona.

Stando a quanto ricostruito dai militari, per quasi due anni il 38enne ha usufruito di energia elettrica senza sborsare nemmeno un centesimo. Fino a gennaio, quando i gestori di energia elettrica hanno contattato la vittima per sollecitare il pagamento di 13 bollette insolute, per un importo di 2.500 euro, relative ad un appartamento a Miramare. Il contratto con la ditta fornitrice era stato stipulato online e intestato, appunto, al 45enne di Novafeltria. Che è letteralmente caduto dalle nuvole. Così si è recato in caserma per sporgere denuncia contro ignoti.

Le indagini dei militari hanno permesso di ricostruire l’intera truffa e di risalire in fretta al 38enne riminese, che in casa aveva ancora il contratto intestato al conoscente, oltre ad alcune bollette. Immediata la denuncia e la segnalazione all’autorità giudiziaria.

Notizie correlate
Un paese giovane

Ritorno dal Senegal

di Andrea Turchini   
di Redazione   
di Redazione