Indietro
sabato 4 aprile 2020
menu
Basket B

Domenica al Flaminio Albergatore Pro RBR vs New Flying Balls Ozzano

In foto: Massimo Bernardi al giro di campo (Foto credit Simone Maria Fiorani)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 8 feb 2020 15:51 ~ ultimo agg. 9 feb 17:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sarà un’altra sfida solo per cuori forti, quella che vedrà opposti agli “Heroes” di RBR i ragazzi della “Sinermatic” Ozzano. Gli ospiti, agli ordini di Coach Federico Grandi, sono un ottimo mix di giovani e giocatori più esperti a cui fare molta attenzione – si legge sul sito ufficiale di Rinascita Basket Rimini -.

11 vittorie e 9 sconfitte valgono alla squadra emiliana l’ottavo posto, ultimo disponibile per i playoff, a pari merito con Chieti. Da non perdere di vista è sicuramente il play Luca Montanari, top scorer della squadra, che viaggia ad una media di 11 punti e 3,5 assist. Insieme a lui agisce sul parquet Marco Morara, ala che garantisce più di 10 punti di media e buone percentuali al tiro (58% da 2, 41% da 3). Il pericolo numero uno sotto canestro si chiama Luigi Dordei, 10.8 punti e 5.3 rimbalzi di media. Il “pitturato” è terreno fertile anche per Riccardo Iattoni, ala ben strutturata fisicamente, preziosa per i rimbalzi.

Coach Grandi può puntare su una panchina di ottimo livello, con elementi in grado di non far rimpiangere i titolari. Impossibile dimenticarsi del playmaker, scuola Virtus Bologna, Mario Chiusolo, una vera e propria spina nel fianco della difesa biancorossa nella gara d’andata, chiusa con 15 punti e un 3/6 dall’arco. Importante anche l’apporto dell’esterno Nicola Mastrangelo e di Riccardo Crespi, miglior rimbalzista, (6.9 catture a partita). È concesso buon minutaggio anche a Folli, Galassi e Favali. Le percentuali del roster raccontano di una squadra ostica, che si presenterà al Flaminio in salute, come dimostrano le 3 vittorie nelle ultime 4 partite.

Palla a due alle ore 18:00 al palasport Flaminio.

Coach Massimo Bernardi, quali sono le condizioni fisiche di Eugenio Rivali dopo l’infortunio patito a Jesi?
“Rivali ha preso una storta alla caviglia nell’ultima partita, in settimana ha fatto le dovute terapie ed oggi si è sottoposto ad una risonanza magnetica. Non si è ancora allenato quindi sicuramente domani contro Ozzano non giocherà, ma credo sarà in panchina con il resto della squadra per incitare i suoi compagni. Dalla settimana prossima poi grazie al lavoro col preparatore atletico Marco Bernardi si procederà gradualmente verso il recupero.”

La defezione di Rivali è una difficoltà ulteriore da fronteggiare insieme alla qualità di Ozzano, squadra in fiducia ed in piena corsa playoff.
“Ozzano è una squadra molto forte e motivata, vogliono giocarsi una buona posizione in classifica per arrivare ai playoff. Mette sempre grande energia ed atletismo in difesa, se riesce ad imporsi come intensità sarà difficile. Noi dobbiamo pensare a fare il massimo del nostro potenziale e spalmarlo per tutti i 40′, ci sarà bisogno di fare una super partita. Il nostro punto di riferimento dev’essere il quarto periodo della gara di andata che ci ha permesso di vincere, dobbiamo giocare così per non subire i loro giocatori lunghi ed impegnativi.”

Albergatore Pro ha raggiunto un traguardo importante come dieci vittorie consecutive. La squadra si è posta un altro grande obiettivo?
“Da inizio stagione abbiamo sempre avuto un obiettivo che è rimasto tale: dare il meglio di noi stessi valorizzando i nostri giocatori. Il sogno è quello di giocare i playoff e non è cambiato, siamo una neopromossa che sta facendo molto bene e dobbiamo assolutamente continuare a lavorare duramente in allenamento con intensità. Vogliamo migliorarci quotidianamente e pensare partita dopo partita.”

Dopo aver giocato tre partite in otto giorni si è tornati al consueto ritmo settimanale di allenamenti. Questo vi ha permesso di preparare meglio la partita?
“Sì, stiamo lavorando sempre bene grazie alla mentalità dei ragazzi ed al loro ottimo impegno che mettono in ogni allenamento. Dobbiamo proseguire su questa strada, sappiamo che ogni partita è un esame dove bisogna dare il 150%: domani sarà una battaglia, dovremo essere pronti a combatterla per 40′ facendo i nostri progressi sul sistema di gioco. Tutte le partite possono diventare difficili se non mettiamo in campo quella energia che poi coinvolge anche il nostro fantastico pubblico che ci supporta, vogliamo passare un altro pomeriggio entusiasmante insieme ai nostri tifosi cui mando un abbraccio ed un invito caloroso al palazzetto per darci la spinta decisiva in più.”

Notizie correlate
Un paese giovane

Ritorno dal Senegal

di Andrea Turchini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna