Indietro
venerdì 3 aprile 2020
menu
Basket D

Baskérs a valanga, Rose&Crown Villanova Tigers K.O.

In foto: La prestazione della squadra alla Tigers Arena (foto Alfio Sgroi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 16 feb 2020 12:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Serie D – 20° giornata
Baskérs Forlimpopoli-Rose & Crown Villanova Tigers 86-37 (27-12; 52-22; 75-31)

IL TABELLINO
Baskérs: Gorini 6, Rossi 6, Rombaldoni 17, Squarcia 2, Cristofani 10, Biffi 5, Piazza 12, Servadei 6, Serrani 15, Torelli 1, Godoli 6, Stella. All. Agnoletti.

Tigers: Bronzetti 2, Panzeri 8, Rossi M. 4, Buo, Peroni 2, Semprini 3, Guiducci 6, Tomasi 6, Saccani, Bollini 6. All. Rustignoli.

Arbitri: Rossi e Mazza.

CRONACA E COMMENTO
Nulla da fare per dei rabberciati Rose & Crown Villanova Tigers che, sul campo della capolista Baskérs Forlimpopoli, durano poco più di 5’, affondando poi con il pesante punteggio 86-37.

La partenza è tutta di marca forlimpopolese, con Piazza e Cristofani che pronti propiziano un break di 11-0 all’uscita dai blocchi di partenza, mettendo subito in discesa la gara. Nonostante tutto, però, i Tigers reagiscono e, guidati da un positivo Panzeri, riescono a rimettersi in scia (15-12 al 6’). L’entrata di Serrani, però, cambia l’inerzia del match: il numero 14 di casa, infatti, segna subito tre canestri nel pitturato, mentre dall’altra parte, una sequela di palle perse chiude il canestro per molti minuti. Così, alla prima sirena, il tabellone recita 27-12.

Nel secondo quarto, lo spartito non cambia: prima Piazza, poi Rombaldoni continuano a martellare il canestro, mentre la difesa forlimpopolese lascia le briciole all’attacco villanoviano, che muove solo dopo molti minuti di digiuno con Bollini e Semprini, fissando il punteggio dell’intervallo su un eloquente 52-22.

Di fatto, la partita termina qui: nella ripresa Rombaldoni e Serrani continuano a fare il loro gioco, mentre l’attacco ospite continua a sbattere contro il ferro, segnando solo 15 punti in 20’, lasciando così dilatare il passivo oltre misura, fino al rotondo -49 finale.

“Non c’è molto da commentare in questa gara, se non prendere atto della differenza di valore tra le due formazioni – ammette laconico coach Valerio Rustignoli oggettivamente noi abbiamo commesso troppi errori per una partita di questo livello e, come spesso ci capita, non riusciamo poi a reagire in alcun modo, affondando su passivi che non sono di questa categoria. Chiudiamo così una settimana davvero tormentata; ora la speranza è quella di recuperare giocatori ed energie e tornare a lavorare in palestra nel modo giusto, per provare ad essere più competitivi nelle gare del weekend”.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna