Indietro
menu
L'attività del 2019

Il fiuto di Ziko scova droga e assuntori

In foto: ziko
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 20 gen 2020 15:26 ~ ultimo agg. 15:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ziko, il cane poliziotto dal fiuto instancabile nel 2019 ha scoperto 14 assuntori di sostanze stupefacenti e ha contribuito alle attività d’indagine di Polizia di Stato e Carabinieri, per l’arresto di 17 persone nel territorio riminese. Ha anche scovato, nascosta nella fessura di un muro di uno stabile abbandonato di Gabicce, 60 grammi di Hashish.

Ziko, due anni e mezzo, è un Pastore Tedesco Grigione, dell’unità cinofila della Polizia Locale di Riccione ma collabora anche con le altre forse di polizia. Esce in pattuglia sempre con il suo “conduttore”, l’agente scelto di polizia locale, Luca Biagini, e con l’aiuto conduttore, l’assistente di polizia locale Sonia Cordeschi.

A Riccione da quando aveva 10 mesi, Ziko viene spesso chiamato a collaborare ad operazioni di polizia in varie zone del distretto sud di Riccione, ma anche, come è accaduto alla fine di dicembre, fuori provincia. Il mese scorso Ziko infatti è stato utilizzato durante una perquisizione delle Forze dell’ordine in uno stabile abbandonato a Gabicce. Durante i controlli ha rinvenuto occultati in una fessura del muro, 60 grammi di hashish.

Abitazioni, parchi cittadini, mezzi di trasporto privati e strade cittadine, Ziko viene addestrato per tutte queste differenti situazioni con diverse modalità. L’addestramento è basato essenzialmente sul gioco, il cane deve fiutare e segnalare lo stupefacente nascosto. Quando porta a termine un lavoro positivamente, la ricompensa è sempre la sua pallina preferita.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione   
di Redazione