Indietro
menu
Natale in treno

Viaggio incubo per una famiglia riminese

In foto: la stazione di Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 26 dic 2019 19:18 ~ ultimo agg. 27 dic 17:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 9.408
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Doveva essere un trasferimento di poche ore e invece è diventato un viaggio da incubo per decine di passeggeri partiti da Lecce e diretti a Milano. Tra questi anche alcuni riminesi che denunciano gravi disservizi.

Mia figlia con i suoi bambini – racconta un nostro lettore – ieri pomeriggio sono partiti da Rimini alle 16,15 con il freccia rossa, alle 18 il treno si è fermato dopo Fidenza ed è rimasto lì fermo al freddo, al buio, senza poter andare in bagno , con alcune persone che hanno cominciato a fumare. Lo stop è durato sei ore ed è arrivata in albergo a Malpensa alle 02,15. Dopo ben dieci ore dalla partenza. Assurdo!

Il Frecciargento 8824 a causa di un guasto si è fermato ed è rimasto senza luce nelle campagne a poche centinaia di metri dalla stazione di Fidenza, alle 18.23.

Qui i passeggeri hanno dovuto aspettare circa quattro ore prima che un altro treno li caricasse per portarli a Fidenza. Da qui un Frecciarossa li ha trasportati a Milano dove sono giunti all’1 di notte mentre l’arrivo era previsto poco prima delle 19.

Trenitalia ha spiegato – scrive Ansa – che si è trattato di un guasto tecnico imprevedibile e che ai passeggeri è stata garantita assistenza.