sabato 22 febbraio 2020
menu
Basket B

La RenAuto gioca una grande partita con le Basket Girls Ancona, ma non basta

In foto: Alessia Pignieri
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 21 dic 2019 22:43
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Print Friendly, PDF & Email

HAPPY BASKET-Basket Girls AN 49-51 (14-11; 12-11; 12-14; 11-15), giocata sabato 21/12

IL TABELLINO
HAPPY BASKET: Novelli 11, Re 2, Nanni, La Forgia 2, Vespignani 6, Duca E. 1, Pignieri 10, Duca N. 4, Renzi 5, Farinello 5, Lazzarini 3, Girelli. All. Rossi.

BASKET GIRLS: Pierdicca 12, D’Amico, Yusuf 8, Koshanin, Palmieri 1, Bolognini 11, Marinelli 16, Mandolesi 2, Lattanzi 1, Kudule, Borghetti. All. Castorina.

Arbitri: Zambelli e Monti.

CRONACA E COMMENTO
Ultima giornata prima della lunga pausa natalizia: alla Carim arriva Ancona capolista. Coach Rossi deve fare a meno delle infortunate Palmisano e Borsetti e porta nelle 12 Girelli e Re, al ritorno in campo dopo un anno esatto.
Le rosanero partono con Vespignani, Novelli, Pignieri, Renzi e Noemi Duca.

Il primo canestro dell’incontro lo segna proprio la lunga forlivese con una sospensione dal mezz’angolo. Pignieri e Novelli con due belle iniziative personali portano la Ren-Auto sul 6-0. Dopo un bel contropiede, ancora di Pignieri, che probabilmente avrebbe meritato anche un libero aggiuntivo, Ancona chiama time-out sull’8-2 a 4’29” dalla prima pausa. Seguono tre minuti piuttosto concitati, con le squadre giocano ad un ritmo forsennato che mina la lucidità delle dieci in campo: si vedono tanta energia, ma anche tante palle perse. Nell’ultimo minuto la Ren-Auto alza la pressione difensiva e produce un paio di buone giocate che la portano avanti di tre al mini-intervallo, 14-11.

Le rosanero rientrano in campo col giusto piglio e grazie a Novelli, Renzi e a due liberi di Lazzarini si portano avanti di tre possessi, 20-14. La partita è incredibilmente fisica, fioccano i contatti da una parte e dall’altra, al punto che entrambe le tifoserie rumoreggiano con gli arbitri. Lo spettacolo è comunque piacevole perché l’intensità delle squadre rende, al netto degli errori, lo scontro avvincente. La Ren-Auto in attacco continua a trovare buone soluzioni e con un bel contropiede orchestrato da Noemi Duca e Vespignani e finalizzato da La Forgia resta avanti di 5 a 1′ dall’intervallo, 26-21. Si va al riposo sul 26-22.

Una tripla di Novelli ad inizio secondo tempo dà nuovamente all’Happy 6 punti di vantaggio, 30-24. L’intensità del match non accenna a calare, i contatti tanto meno: ne approfitta Ancona che, con un parziale di 6-0, pareggia, 30-30. Le ospiti trovano anche il vantaggio minimo dalla lunetta, ma una tripla di Pignieri riporta avanti la Ren-Auto, 33-31. L’atmosfera è incandescente e il duo arbitrale ha il suo bel da fare per gestire la gara: la panchina di Ancona si vede fischiare due tecnici per proteste, ma l’Happy sbaglia entrambi i liberi e non sfrutta il regalo.
Poco dopo, in una Carim che è una bolgia, Vespignani fa 2/2 dalla lunetta, 36-33. A 23″ dall’ultima pausa si rivede finalmente in campo Maria Gloria Re ed è proprio suo il canestro che tiene avanti la Ren-Auto al cambio di quarto, dopo il pareggio di Ancona, 38-36.

Durante la pausa a coach Rossi viene fischiato un tecnico, il secondo: l’allenatore riminese viene così espulso, come da regolamento. Ancona approfitta dello shock emotivo e torna avanti, 38-39. Ancora una volta è lo scontro fisico a farla da padrone e le ospiti sembrano trarne vantaggio, ma Farinello tira fuori dal cilindro una tripla allo scadere dei 24″ e riporta avanti la Ren-Auto sul 42-41, poi da una buona difesa nasce la transizione del +3, firmata da Noemi Duca. Un contatto non fischiato costa un tecnico anche a coach Bezzi, rimasto a condurre la squadra. Ancona torna in vantaggio, ma di nuovo Farinello, questa volta dalla lunetta, firma il +1, 46-45. Le Basket Girls non sono prime per caso e piazzano un parziale di 4-0, intermezzato però da un contatto piuttosto evidente non fischiato a favore di Pignieri, che scatena le proteste del pubblico, 48-51. È l’epilogo, perché l’Happy segna un libero, difende benissimo, ma non trova il canestro della vittoria, perché Ancona commette sì infrazione di 24″, ma manca troppo poco per costruire un tiro dall’altra parte. Finisce 49-51.

«Innanzitutto mi scuso con tutti, squadra, società e tifosi, per la mia espulsione – spiega coach Rossi, ero nervoso e non sono riuscito a controllarmi. Dobbiamo salvarci, non è possibile subire un arbitraggio non all’altezza per 30′, quando si gioca così contro la capolista: mi hanno fischiato il primo tecnico per non aver detto nulla… Le ragazze sono state bravissime, hanno giocato una partita straordinaria. Non ho altro da dire».

La Ren-Auto tornerà in campo alla Carim sabato 18 gennaio, alle ore 19.00, per il match con la Libertas Forlì.

Massimiliano Manduchi
Ufficio Stampa Happy Basket Rimini

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
di Icaro Sport   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna