Indietro
giovedì 2 luglio 2020
menu
Basket B Femminile

La RenAuto con la Magika subisce troppo a rimbalzo e perde

In foto: Noemi Duca
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 7 dic 2019 22:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

HAPPY BASKET-Magika Castel S.Pietro 51-54 (15-15; 12-12; 10-15; 14-12), giocata sabato 7/12.

IL TABELLINO
HAPPY BASKET: Novelli 9, Nanni, La Forgia 9, Vespignani 4, Duca E. 2, Pigneri 2, Duca N. 17, Palmisano 2, Renzi, Farinello 4, Borsetti, Lazzarini 2. All. Rossi

Magika Castel S.Pietro: Venturoli, Patera 2, Zuffa 4, Panighi, Melandri 13, Roccato 8, Rubbi 2, D’Aguano 25, Strada, Negroni, Bassi. All. Martinelli.

Arbitri: Buresta e Cardanelli.

CRONACA E COMMENTO
Al via il girone di ritorno per la Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi: le rosanero affrontano Castel S.Pietro che all’andata acciuffò la vittoria per un solo.

Coach Rossi sceglie uno starting five composto da Vespignani, Palmisano, Pigneri, Farinello e Noemi Duca. Il primo canestro dell’incontro lo segna Pigneri, brava ad attaccare forte il ferro; subito dopo Noemi Duca segna il 4-0 con un bel movimento dal post. La Magika reagisce e impatta sul 4-4. L’ingresso di Novelli dà all’Happy una scossa, sia in attacco che in difesa e questo produce un parziale di 11-2 che vale il 15-6 a 3′ dalla prima pausa. Sembra un colpo pesantissimo, invece Castel S.Pietro, grazie alla zona 2-3 e all’ottimo gioco interno in attacco, confeziona il controparziale di 9-0 che le consente di chiudere in pareggio, 15-15, la prima frazione.

In avvio di secondo quarto le ospiti trovano il primo vantaggio, 15-17; la Ren-Auto, dal canto suo, in attacco continua a sbagliare contro la chiusissima zona avversaria ed è costretta ad inseguire. Dopo 4′ di “siccità” Noemi Duca firma il nuovo pareggio, 17-17. La Magika è comunque più a fuoco, anche perché da fuori l’Happy non la mette mai, e con i rimbalzi d’attacco e la forza del proprio centro D’Aguano, efficacissima dentro l’area, allunga sul +6, 17-23. L’inerzia cambia in continuazione e così, aumentando l’intensità difensiva, la Ren-Auto impatta sul 25-25 a 40″ dall’intervallo. Le squadre vanno al riposo sul 27-27.

Al ritorno in campo l’Happy continua a pagare tantissimo il gap fisico e anche quando difende bene, o benissimo, concede alla Magika rimbalzi d’attacco che producono secondi, o addirittura terzi tiri. Nonostante questo il match rimane in equilibrio, perché le rosanero non lesinano gli sforzi. Dal 29-29, però, Castel S.Pietro riprende in mano la partita e con un micidiale parziale di 11-0, prova a ipotecare la vittoria, 29-40. Coach Rossi, allora, mette anche le sue a zona 2-3 e la scelta paga, perché la Ren-Auto si riavvicina e chiude il quarto sul 37-42.

Il primo canestro dell’ultimo periodo le segna Novelli ed è la tripla che rimette tra le squadre un solo possesso, 40-42. Poco dopo La Forgia dalla lunetta pareggia, 42-42. Ancora La Forgia con un canestro dall’angolo riporta la Ren-Auto avanti dopo una vita, 44-43. In campo adesso è battaglia, le squadre non si risparmiano colpi e segnano con continuità: a 3′ dalla fine la Magika è di nuovo avanti, 49-52. In un finale convulso sono ancora i rimbalzi d’attacco, che Castel S.Pietro arpiona ripetutamente, a fare la differenza e a regalare i due punti alle ospiti.
Finisce 51-54.

«Evidentemente abbiamo qualche problema contro Castel S.Pietro e contro la zona… Abbiamo perso per i troppi rimbalzi d’attacco concessi. Ho scelto di non alzare il quintetto per avere più circolazione di palla e più tiro contro la zona: era servito, avevamo recuperato, ma la Magika è stata brava e fredda nel finale. Non abbiamo fatto una settimana di allenamento esaltante, dobbiamo rimetterci giù e lavorare, lavorare, lavorare. Il tiro non è entrato, ma il problema non è stato quello, ma, come detto, l’aver subito troppo a rimbalzo, spesso dopo aver difeso bene».

La Ren-Auto tornerà in campo a Matelica sabato 14 dicembre, alle ore 18.30, per il match con le Thunder.

Massimiliano Manduchi
Ufficio Stampa Happy Basket Rimini

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Andrea Polazzi   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna