sabato 22 febbraio 2020
menu
Basket C Silver

Il Bellaria Basket cede alla capolista Argenta solo nel finale. Assente Foiera

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 1 dic 2019 10:16 ~ ultimo agg. 20:57
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Cestistica Argenta-Bellaria Basket 85-77

IL TABELLINO
CESTISTICA ARGENTA: Magnani 11, Alberti Davide 5, Demartini 17, Alberti Alessandro, Zanirato, Quaiotto 16, Montaguti 14, Malagolini 11, Nicoletti 2, Martini 9. Ne. Bonora, Federici. All. Bacchilega.

BELLARIA: Berardi 4, Ferrari 7, Mazzotti 7, Cruz 12, Gori, Rossi 17, Giovanardi 13, Brighi 17. Ne. Giorgini, Santoro, Jose. All. Maghelli.

ARBITRI: Montalbetti di Bologna e Ronda di Fiorenzuola.

NOTE: usciti per 5 falli: Giovanardi. Tecnico: Mazzotti, Quaiotto. Antisportivo: Gori.

CRONACA E COMMENTO
Per 34 minuti il Bellaria accarezza il grande sogno di espugnare il parquet della capolista Argenta, poi deve piegarsi alla forza dell’avversario: 85-77 il finale. La matricola emiliana ha sfruttato una maggiore freschezza e rotazioni più lunghe (cinque giocatori in doppia cifra) mentre la squadra di Maghelli, senza Foiera infortunato per i postumi di una botta subita nel derby e con Giovanardi – il migliore dei suoi assieme a Cruz (4 bombe) – uscito per falli al 37’ sul 75-72, ha smarrito la via del canestro nell’ultimo quarto (22-13) pagando errori ai liberi e qualche palla persa di troppo. Pur nella sconfitta, il Bellaria – senza il suo totem – ha saputo tenere testa al forte avversario dimostrandosi squadra di valore.

LA PARTITA. Nel primo quarto il Bellaria sbanda (15-10), poi reagisce con un break di 7-0 con Ferrari sugli scudi soprattutto in fase difensiva e Brighi a lungo in panchina. Si chiude sul 19-15.

Giovanardi in grande spolvero (11 punti all’intervallo): firma il +5 del secondo periodo (20-25) mentre gli ospiti realizzano solo un libero (break di 1-10). Nel frattempo rientra Brighi, Quaiotto, Montaguti e Demartini ricuciono (28-27) e per Bellaria è tutto da rifare. Rossi, Cruz con due bombe e Brighi riportano avanti Bellaria (32-38) poi Magnani con 5 punti fa rimettere il naso in avanti ad Argenta all’intervallo (39-38).

La partita viaggia sul filo dell’equilibrio. Giovanardi commette il quarto fallo, ma il sostituto Berardi – classe 2003 – lotta come un leone sotto i tabelloni e un suo libero regala il +4 (56-60) al 27’; poco dopo Brighi realizza il canestro del 58-63. Argenta non molla, Magnani dalla lunetta è un implacabile (63-64).

Si entra nell’ultima frazione. Cruz, mano calda dall’arco, firma il 63-69, però i padroni di casa con Martini, una bomba di Malagolini e in mezzo un antisportivo di Gori, piazzano un break di 10-0 per il 73-69. Brighi tiene i suoi incollati all’avversario, Giovanardi esce per il quinto fallo, e con due liberi di Martini si va sul 77-72. Il palas diventa una bolgia. Una bomba di Demartini dà la spallata decisiva al match (80-72) su cui cala il sipario.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna