Indietro
menu
Gli accordi raggiunti

Sindacati e Start Romagna, definito un percorso di incontri

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 23 nov 2019 11:44 ~ ultimo agg. 11:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le Segreterie provinciali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt, Faisa Cisal e Ugl esprimono soddisfazione per l’incontro di venerdì con Start Romagna. Incontro che ha riavvicinato le parti scongiurando lo sciopero inizialmente previsto per questa mattina.

Il confronto si è concluso con un accordo che, spiegano i sindacati, prevede: il recupero della retribuzione fissa aziendale pari a 250 euro, elemento economico che era stato eliminato nell’ultimo rinnovo del contratto aziendale del maggio 2018; il riconoscimento di un costo agevolato per gli abbonamenti dei figli studenti dei lavoratori e per gli stessi dipendenti assunti dopo il 1 gennaio 2012. Sugli altri temi non all’ordine del giorno, si è convenuto di definire un calendario di incontri tematici tra il 5 dicembre e il 3 febbraio.

Le organizzazioni sindacali esprimono soddisfazione “per i contenuti condivisi nell’accordo raggiunto, in quanto di fatto si è iniziato un percorso di armonizzazione dei trattamenti contrattuali nei confronti dei lavoratori neo assunti, nell’ottica della riduzione delle differenziazioni, obiettivo questo da tempo perseguito dal sindacato. Così come riteniamo positivo l’aver concordato appuntamenti di approfondimento e discussione su specifiche tematiche al fine di proseguire unitariamente il confronto con l’azienda; è indubbio come una gestione unitaria possa consentire il raggiungimento di risultati come quello di oggi e che auspichiamo si ripetano nei prossimi incontri”.

 

Notizie correlate