Indietro
menu
Quale futuro per la Caserma?

Caserma Giulio Cesare. Il commiato degli artiglieri

In foto: la Caserma Giulio Cesare di Rimini
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 4 set 2019 11:41 ~ ultimo agg. 5 set 13:44
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 2.585
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tra poche settimane i militari daranno l’addio a Rimini. E’ partito infatti il conto alla rovescia per la dismissione della Caserma Giulio Cesare (in via Flaminia da 83 anni) che sarà liberata entro la fine di settembre. Il 17 alle 18 proprio all’interno della struttura si svolgerà la cerimonia di commiato del 2° gruppo del 121° Reggimento Artiglieria Controaerei alla presenza delle autorità locali. La sera precedente, il 16 settembre alle 21, ci sarà anche un momento cittadino nell’arena Francesca da Rimini con il concerto della Banda dell’Artiglieria Contraerei aperto a tutti i riminesi. Resta da capire però cosa ne sarà dei 70mila metri quadri della Caserma.Non vorrei che diventasse un luogo abbandonato e a rischio degrado” aveva detto a fine giugno Andrea Gnassi in un incontro col prefetto, il sottosegretario Morrone e il generale Farina. Il primo cittadino, che nell’occasione, aveva espresso anche la volontà del comune di acquistare eventualmente l’area, era tornato a parlare della Caserma anche a fine luglio. Nell’occasione aveva proposto di utilizzare l’area per dare una sede definitiva alla nuova Questura nel caso dal Governo non fossero arrivati dettagli su modalità e risorse per il buco nero di via Bassi. “O ci dicono come vogliono fare la cittadella della sicurezza in via Ugo Bassi entro quando e con quali soldi – aveva tuonato il sindaco dando il 12 agosto come ultimatum- o su quell’area avvieremo procedure e azioni per un utilizzo diverso, proponendo l’area della Caserma come area idonea per un utilizzo immediato”. Nel frattempo però il Governo è caduto e il comune a questo punto attende di sapere quale ministro si insedierà al Viminale (al posto dell’uscente Salvini) per riformulare la richiesta.


C’è la data ufficiale per la dismissione della Caserma Giulio Cesare. A fine mese il reparto di stanza a Rimini lascerà la città. Il 17 settembre alle 18, all’interno della caserma si svolgerà la cerimonia di commiato del 2° gruppo del 121° Reggimento Artiglieria Controaerei.

La cerimonia in armi, avrà luogo alla presenza della Bandiera di Guerra del 121° reggimento, con la partecipazione delle autorità locali, dei gonfaloni cittadino e provinciale, dei Labari, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e della Banda dell’Artiglieria Controaerei dell’Esercito Italiano, di stanza in Sabaudia (LT). Il momento si concluderà con un rinfresco preparati dagli studenti delle scuole alberghiere. 

Il 16 settembre, alle 21, ci sarà anche un momento cittadino nell’arena Francesca da Rimini con il concerto della Banda dell’Artiglieria Contraerei, che si esibirà in un repertorio che spazierà tra il classico e la musica leggera.

Proprio stamattina era arrivata la notizia che i militari della caserma Giulio Cesare parteciperanno ad un’iniziativa nazionale che vede coinvolti i militari dell’esercito di 27 città italiane, da Bolzano a Palermo. Venerdì 6 settembre si potrà partecipare a “Artiglieri Controaerei e cittadini: alleniamoci insieme”

L’appuntamento è alle ore 08.30 all’ingresso della caserma, in via Flaminia 66, da dove avrà inizio l’allenamento autogestito, lungo un percorso cittadino, attraverso i vari parchi della città, fino al piazzale Boscovich. Previsto un punto di ristoro e garantita l’assistenza sanitaria con personale militare lungo il tragitto. Per venire incontro ad ogni grado di allenamento sono stati organizzati due circuiti cittadini di distanza variabile di 5 e 10 Km.

Notizie correlate
Bellaria Igea Marina Cronaca Rimini: notizie e Cronaca di Rimini e provincia

Droga, prostituzione, rapine. I controlli della Polizia

di Redazione   
di Maurizio Ceccarini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna