giovedì 19 settembre 2019
menu
In foto: l'albergo dove alloggiava il giovane
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto Visualizzazioni 3.022 visite
mer 21 ago 2019 14:33 ~ ultimo agg. 24 ago 00:55
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto Visualizzazioni 3.022
Print Friendly, PDF & Email

E’ morto questa mattina, dopo due anni di coma, Lorenzo Germani Persichini, 20 anni da compiere a dicembre. Fatale la caduta da un’altezza di cinque metri avvenuta nell’agosto del 2017 a Riccione, mentre cercava di raggiungere dall’esterno dell’Hotel Tenerife la sua stanza. Lorenzo, nato in provincia di Macerata, era arrivato nella Perla Verde in compagnia di amici. I ragazzi alloggiavano in due stanze. Di rientro da una serata, l’allora 17enne, si era accorto di non avere con sé le chiavi della camera. Così, secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Riccione, per rientrare in stanza avrebbe azzardato una “scalata” dall’esterno dell’hotel. Sarebbe salito su un terrazzo attraverso una scala e da lì, come dimostravano i segni sul muro dell’albergo, avrebbe cercato di arrampicarsi per arrivare al balcone della camera degli amici. 

Qualcosa, però, andò storto e Lorenzo precipitò sul retro dell’hotel Tenerife. Un impatto violentissimo. Il mattino dopo, intorno alle 8.30, il giovane marchigiano fu trovato agonizzante dal titolare della struttura. Immediata la richiesta di intervento al 118 e il successivo trasferimento all’ospedale Bufalini di Cesena, dove fu ricoverato nel reparto di Rianimazione a causa del gravissimo trauma cranico. Dopo una settimana fu trasferito sempre in Rianimazione a Civitanova e poi all’istituto di riabilitazione Santo Stefano. Ma da quel maledetto 5 agosto 2017 non si è più risvegliato. Due lunghi anni di coma e questa mattina la triste notizia del decesso.

Lorenzo lascia la nonna e il fratello maggiore.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna