Indietro
menu
Riccione risponde a Rimini

Vaccini, distretto nord cresce, sud quasi fermo. Interviste a Tosi e Morolli

In foto: Renata Tosi e Mattia Morolli
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 18 lug 2019 14:30 ~ ultimo agg. 19 lug 10:43
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Non si placano le polemiche sull’obbligo vaccinale dopo la diffusione dei dati da parte dell’Ausl Romagna. In provincia di Rimini sono 3.743 i minori non vaccinati e ben 692 nella fascia 0-6 anni. I numeri peggiori in tutta la Regione. “Una vergogna” hanno tuonato ieri il sindaco di Rimini Andrea Gnassi e l’assessore Mattia Morolli chiamando in causa gli altri comuni del territorio rei di adottare una strategia troppo blanda. Il comune di Rimini finora ha erogato sanzioni per 84 mila euro a 55 famiglie per aver portato a scuole d’infanzia o nidi bambini non vaccinati. Sulla scorta delle legge Lorenzin, per chi non ha ottemperato agli obblighi scatterà anche la decadenza dalle liste di iscrizione. Non tutti i comuni però vedono la questione allo stesso modo. Ferma restando l’applicazione di una norma nazionale, ad esempio Bellaria e Riccione  hanno deciso di non comminare sanzioni alle famiglie. L’uscita dell’amministrazione riminese non ha convinto il sindaco Renata Tosi

Sulle pagine del Resto del Carlino, il sindaco Tosi auspica che la legge possa cambiare. “Sono contro il pugno duro” dice, ricordando che a Riccione i minori di sei anni non vaccinati sono solo 30.

Gnassi ha chiesto di poter conoscere comune per comune i numeri dei non vaccinati. Intanto oggi l’Ausl Romagna ha diffuso quelli 2018 relativi ai distretti sanitari. In quello con capofila Rimini in un anno la copertura del vaccino Morbillo Parotite Rosolia è passato dall’81,4% all’89,6%, in quello di Riccione che partiva dall’84,1% è arrivato appena all’85,8%. Discorso analogo anche per gli altri vaccini obbligatori dove il distretto sud partendo da coperture migliori è rimasto praticamente fermo a fronte invece di un notevole scatto in avanti di quello nord.

. L’intervista integrale a Renata Tosi

. L’intervista integrale a Mattia Morolli

Andrea Gnassi:Sono dati aggiornati che mostrano chiaramente il sensibile recupero del distretto nord tra 2017 e 2018, dopo l’entrata in vigore della legge Lorenzin. Aggiungo che per il 2019, almeno per quanto riguarda il capoluogo, i numeri della copertura vaccinale, quando saranno disponibili, mostreranno sicuramente un ulteriore balzo in avanti, visto che in primavera abbiamo avviato un nuovo giro di vite con l’ordinanza che prevede sanzioni verso gli inadempienti

  Distretto RIMINI Distretto RICCIONE AUsl Romagna Regione 
  2017 2018 ∆ % 2017 2018 ∆ % 2017 2018 ∆ % 2017 2018 ∆ %
Polio 86,5 93,3 6,8 89,8 90,4 0,6 93,2 94,9 1,6 94,8 95,7 1,0
Difterite 86,4 93,3 7,0 89,8 90,3 0,5 93,2 94,8 1,7 94,7 95,7 1,0
Tetano 86,4 93,4 7,0 89,9 90,3 0,4 93,3 94,9 1,6 94,9 95,7 0,9
Epatite B 86,1 93,3 7,2 89,4 90,0 0,6 92,9 94,6 1,7 94,4 95,5 1,1
Pertosse 86,4 93,3 7,0 89,8 90,2 0,4 93,2 94,8 1,7 94,7 95,7 1,0
Hib 85,5 93,2 7,7 88,9 89,5 0,7 92,5 94,3 1,8 94,0 95,2 1,1
MPR 81,4 89,6 8,2 84,1 85,8 1,8 88,4 91,9 3,4 91,1 93,5 2,4