martedì 17 settembre 2019
menu
In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 24 lug 2019 18:11 ~ ultimo agg. 18:35
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Si è svolto nei giorni scorsi un incontro tra l’amministrazione comunale e i sindacati confederali Cgil, Cisl Romagna e Uil per definire i criteri del bando agevolazioni TARI 2019 che partirà la prossima settimana con validità fino all’11 ottobre 2019.

Viene confermato anche quest’anno il Fondo degli anni precedenti di 250.000 euro che, oltre ad essere di aiuto alle famiglie, ha consentito di sostenere alcuni incrementi di spesa per i servizi sociali. I criteri per usufruire delle esenzioni rivolte alle utenze domestiche per una superficie massima di 150 mq per l’abitazione di residenza ed una eventuale pertinenza sono i seguenti:

  • è necessario che la famiglia sia composta esclusivamente da pensionati ultra 65enni o da invalidi con un’invalidità non inferiore al 74% ( previa attestazione dell’Ausl), con una soglia Isee ( indicatore delle situazione economica equivalente) fino a 17.500 euro, con il coniuge pensionato Inps anche di età inferiore a 65 anni o con a carico minori di età inferiore a 16 anni;

Sono inoltre esentate, sempre con gli stessi limiti di superficie, le famiglie con Isee fino a 25.000 euro, in cui almeno uno dei componenti rientri tra le seguenti categorie:

  • lavoratori disoccupati da almeno due mesi, rispetto alla data di presentazione della domanda, a causa di licenziamento per giusta causa o per la scadenza di un contratto di lavoro a termine non rinnovato ( compresi i contratti di collaborazione, a progetto e di somministrazione);
  • lavoratori in cassa integrazione guadagni o sospesi da almeno due mesi con una riduzione dell’orario pari almeno al 50% del limite contrattuale.

Per il 2019, l’amministrazione ha stabilito di elevare i limiti Isee per più categorie rispetto agli anni precedenti, in questo modo possono presentare domanda di esenzione TARI:

  • le famiglie con un reddito Isee fino 8.200 euro;
  • le famiglie con un reddito esclusivamente da lavoro dipendente Isee fino a 12.500 euro:
  • le famiglie con 4 o più componenti con un reddito esclusivamente da lavoro dipendente e un Isee da 12.501 a 14.000 euro.

 Per informazioni relative al Bando, l’ufficio tributi è aperto al pubblico i seguenti giorni: il lunedì e il giovedì dalle ore 10.00 alle ore 13.00.


“ Nel 2019 introduciamo una misura estremamente significativa per le famiglie su base di parametri economici più elevati – afferma l’assessore al bilancio Luigi Santi – allargando quindi il bacino dei potenziali nuclei familiari interessati”. Nel 2018 sono state 558 le famiglie in condizioni di difficoltà economica che non hanno pagato la Tari, perchè esentate per l’ammissione dei requisiti richiesti. “Quest’anno ci aspettiamo che con l’innalzamento delle soglie l’esenzione totale del tributo possa riguardare più cittadini e famiglie. Provvedimenti che vanno sempre più incontro al principio di flessibilità concordato con le organizzazioni sindacali”.

Le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl Romagna, Uil “ giudicano in modo positivo l’accordo con l’amministrazione comunale che anche quest’anno permette di mettere in campo un contributo a favore delle fasce deboli e meno abbienti. Una buona prassi di contrattazione, che grazie all’ innalzamento delle soglie ai fini dell’esenzione, rientra in una logica che consentirà allo stesso tempo di raggiungere un bacino più ampio tra famiglie, pensionati e lavoratori”.

 

 

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna