martedì 19 novembre 2019
menu
4 gli atleti in "gara"

Rimini-Perugia di corsa e in bici per Ail

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 13 giu 2019 10:08 ~ ultimo agg. 21 giu 10:01
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

420 km: è la distanza che separa Rimini da Perugia, città famosa per la cioccolata. Ad unire idealmente le due città (ma anche San Marino sede di Aslem, e Arezzo città natale del Guido “inventore” della moderna notazione musicale) è la nuova avventura non solo sportiva “Correre per Sperare”: quattro “portacolori” della speranza percorreranno la distanza che separa le tre città a piedi, anzi di corsa, e in bicicletta nell’arco di tre giorni, dal 14 al 16 giugno.

Torna anche quest’anno l’iniziativa di solidarietà e promozione sostenuta da RiminiAIL Correre per Sperare (giunta alla IV edizione) che prevede una staffetta ciclo-podistica con tappe nelle città con sezioni AIL lungo il percorso Rimini-Arezzo-Perugia (e scambio reciproco di doni).

L’evento 2019 partirà da Rimini venerdì 14 giugno per fare ritorno all’ombra dell’Arco di Augusto domenica 16.
Il primo giorno, il percorso prevede la partenza alle ore 9.30 da piazzale Croce (zona bagni 58-61). L’avventura non solo sportiva si dirigerà verso San Marino con il passaggio presso la sede dell’ASLEM (associazione “gemella” dell’AIL per il territorio sammarinese), che quest’anno sostiene l’iniziativa. In serata è previsto l’arrivo a Perugia, dove i quattro “portacolori” di “Correre per Sperare” saranno accolti.

Sabato 15 giugno è prevista la tappa Perugia-Arezzo. Domenica 16 si ritorna a Rimini: intorno alle 17, presso il Lido San Giuliano, è prevista l’accoglienza e la grande festa finale. Come sempre, è rivolto a tutti l’invito di potersi aggregare nella corsa a piedi o in bicicletta, anche per brevi tratti.

I protagonisti sportivi dell’iniziativa saranno il podista Loris De Paola e il ciclista Matteo Gabrielli (entrambi santarcangiolesi), a cui si uniscono quest’anno Gianluca Ciorciari (podista di Santarcangelo) e Antonio Oro (leccese, triatleta, testimonial nazionale per eventi sportivi AIL).
Durante il tragitto, gli sportivi indosseranno una speciale maglietta realizzata per l’occasione.

Questo evento sportivo con finalità di sensibilizzazione ottiene sempre più successo ad ogni edizione. Tutto ciò è reso possibile grazie al sostegno di aziende e amici sensibili alla nobile causa: SGR Servizi, PB Stazioni di Servizio, concessionaria auto Oscar&Luca, Centro di Riabilitazione Fisiokinetica, ai quali si aggiungono Liberabici, ASLEM di San Marino, l’Associazione San Giuliano Mare, Piacere Spiaggia Rimini, Consorzio Operatori di Spiaggia, che hanno fornito anche un appoggio logistico. A tutti loro va un sentito ringraziamento per la collaborazione e l’aiuto che hanno potuto offrire.

Altre notizie
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna