sabato 17 agosto 2019
menu
In foto: la droga sequestrata
di Maurizio Ceccarini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 13 giu 2019 16:46 ~ ultimo agg. 17:32
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Continua l’impegno dei Carabinieri di Rimini contro lo spaccio nella zona di Borgo Marina, problematica sottolineata dallo stesso Prefetto Alessandra Camporota in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Ieri sera è stato fermato un 19enne albanese a seguito delle segnalazioni di commercianti e cittadini su un giovane straniero che, a bordo della propria bici bianca, spacciava per le vie del quartiere, fino alla stazione e in zona grattacielo. I militari lo hanno notato mentre si aggirava sulla propria bicicletta con fare circospetto, guardandosi intorno alla ricerca di potenziali clienti. Poco dopo il giovane è stato notato mentre si avvicinava ad un uomo seduto sul cofano della propria auto in via Sagrado, vicino al grattacielo: in pochi attimi la cessione di stupefacente, l’acquirente che si allontanava a bordo della propria auto ed il giovane che continuava il suo giro in bici come se nulla fosse accaduto.

I Carabinieri hanno deciso di intervenire subito bloccando il giovane che, resosi conto di essere stato colto in flagranza, ha tentato invano di liberarsi della bici e di scappare a piedi. La successiva perquisizione personale ha permesso di rinvenire una banconota da 50 euro, provento di attività di spaccio, nonché altri tre di stupefacente del tipo cocaina dal peso complessivo di 1,5 grammi. D’intesa con la locale autorità giudiziaria i Carabinieri hanno svolto la perquisizione domiciliare presso la stanza d’albergo dove il giovane era domiciliatotrovando altre 55 dosi di cocaina, dal peso complessivo di 65 grammi, un bilancino elettronico di precisione e materiale vario per il confezionamento della sostanza, il tutto sottoposto a sequestro.

Nel prosieguo del servizio, alle 2:30 circa, i Carabinieri del Nucleo Operativo hanno tratto in arresto in flagranza, per spaccio di sostanza stupefacente, un altro albanese 23enne. Il giovane è stato sorpreso mentre, davanti all’ingresso di un albergo di Viale Vespucci, cedeva una dose da mezzo grammo di cocaina, ricevendo in cambio 50 euro, ad un portinaio notturno riminese. La successiva perquisizione personale e domiciliare consentiva di rinvenire altre due dosi della medesima sostanza.

Lo stupefacente rinvenuto nel corso delle due operazioni, complessivamente circa 70 grammi di cocaina, è stato sottoposto a sequestro in attesa delle analisi di laboratorio.

Condotti in caserma, i due cittadini albanesi sono stati dichiarati in arresto. Questa mattina gli arresti sono stati convalidati: il 19enne è stato condannato a undici mesi di reclusione, con pena sospesa mentre il 23enne è stato condannato a sei mesi di reclusione, con pena sospesa.

Notizie correlate
di Lucia Renati   
di Simona Mulazzani   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna