lunedì 17 giugno 2019
menu
In foto: Conti maglia rosa al passaggio a San Salvatore
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
dom 19 mag 2019 15:14 ~ ultimo agg. 20 mag 13:59
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Print Friendly, PDF & Email

 

Nel video la partenza “bagnata” dei ciclisti attualmente nelle prime posizioni in classifica.

Neppure la pioggia caduta, anche in modo violento nel primo pomeriggio, è riuscita a rovinare la festa per la tappa del giro d’Italia partita da Riccione. Anche la Perla Verde  e San Marino possono dire di aver vinto la loro crono. “Un evento spettacolare e internazionale” – lo ha definito il sindaco Renata Tosi. “Le immagini di Riccione in 198 paesi – le fa eco l’assessore Caldari”.

Il racconto della giornata:

Entra nel vivo la cronometro Riccione-San Marino del Giro d’Italia, con la pioggia però che ha cominciato a cadere con insistenza intorno alle 15 su Riccione e sul tragitto di 34,8 km. Le partenze, cominciate alle 13.15, avvengono a tre minuti di distanza una dall’altra; l’ultimo a partire, alle 16.13, sarà l’attuale maglia rosa Valerio Conti. I primi corridori hanno gareggiato con un meteo favorevole, con il sole che per la prima parte del pomeriggio ha fatto compagnia alla carovana.

 

Da questa mattina il massiccio dispiegamento di forze dell’ordine sta seguendo lo svolgersi della gara. Tante le persone che hanno seguito lungo le strade la manifestazione rosa, incitando i ciclisti.

Nonostante il meteo non promettesse nulla di buono migliaia di persone hanno invaso viale Ceccarini e piazzale Roma dove è stato allestito il villaggio del giro d’Italia. Un’occasione speciale per alcuni bimbi riccionesi, appassionati di ciclismo, che in mattinata hanno fatto un pezzo del percorso in compagnia dei campioni Moser e Bettini.

Bello il colpo d’occhio dalla visione aerea a San Salvatore.

I risultati: Il 29enne sloveno Primož Roglič ha vinto la cronometro, lasciando a 11″ Campenaerts, a 1’00” Mollema e a un 1’05” un ottimo Vincenzo Nibali. Valerio Conti conserva la Maglia Rosa, chiudendo a 3’34” da Roglic.

Penso di avere disputato una buona prova, malgrado la pioggia: ho avuto un problema con la sella – che mi si è abbassata – dopo avere preso una buca. Quando ho visto Miguel Angel Lopez ho capito che stavo facendo un buon tempo. E’ stato positivo guadagnare qualcosa su Yates, perdere da Roglic ci sta; lui è uno specialista“. Così Vincenzo Nibali, dopo avere concluso la propria prova a cronometro, sul traguardo di San Marino.

Le dichiarazioni del sindaco di Riccione Renata Tosi e dell’assessore Stefano Caldari

Un evento spettacolare e di livello internazionale che ha catapultato Riccione nella stagione dei grandi eventi del 2019 – ha detto il sindaco Renata Tosi -. Riccione ha proposto un contenuto straordinario di divertimento e tanta adrenalina. Dal primo mattino la città ha cominciato a riempirsi fino a raggiungere l’apice all’avvio della gara in piazzale Roma immergendosi da subito in un clima di festa con un pubblico incredibile. Un colpo d’occhio unico che ha richiamato persone di tutte le età: ragazzi, famiglie con bambini, giovani coppie, appassionati e sportivi di hanno seguito il count down dei singoli ciclisti e la loro volata lungo tutto il percorso. Il Giro d’Italia è un sogno capace di attirare l’interesse del grande pubblico e di emanare una fortissima carica ed energia. Ringrazio tutti i protagonisti che hanno contribuito alla riuscita dell’evento. Un grazie particolare alle forze dell’ordine e a tutti i numerosi volontari che hanno reso possibile il successo del passaggio del Giro. Con la loro presenza e il loro impegno hanno garantito la riuscita della imponente macchina organizzativa messa in moto con rigore e puntualità. Un grazie particolare al direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni, a RCS Sport e a tutti coloro che hanno preso parte in misura diversa  all’evento. Riccione ha dimostrato di essere unita con competenza e riconoscimento dei giusti sforzi tesi a raggiungere l’ottimo risultato odierno”.

Una festa di sport, una festa di tutti – ha aggiunto l’assessore Stefano Caldari – : questa è stata la cronometro individuale Riccione- San Marino Sangiovese Wine Stage. La prova contro il tempo più lunga della Corsa Rosa, si è svolta in un clima di grandissima partecipazione dove una città a festa si è vestita per ospitare il tanto atteso evento. E non è finita qui perché le squadre non se ne andranno subito dopo la gara di domenica ma rimarranno anche lunedì per il giorno di riposo. Abbiamo acceso i riflettori nazionali e internazionali sulla nostra bella Riccione. Durante la diretta Rai della gara le immagini di Riccione sono state trasmesse in ben 198 paesi del mondo. Il nostro è stato un investimento lungimirante. Un investimento non solo per Riccione, osservata da milioni di persone che seguono il ciclismo, ma per tutto il territorio provinciale. E una città gremita, con i suoi operatori economici sensibili e pronti ad accogliere questo appuntamento unico per Riccione, ha regalato una immagine che parla da sola. Riccione città ospitale, pronta ad afferrare nuove sfide dove una sana energia e la voglia di far stare bene i suoi ospiti e cittadini, sono tra i primi obiettivi dell’amministrazione”.

Ieri sera la carovana rosa era stata accolta, nonostante la pioggia che in quel momento cadeva, con i fuochi d’artificio, con colori a tema, in piazzale Roma.

 

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna