martedì 23 aprile 2019
di Icaro Sport   
lettura: 1 minuto
gio 4 apr 2019 09:01
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

È calato il sipario sui Giochi dei Piccoli Stati di scacchi, che si sono svolti a San Marino dal 24 al 30 marzo.

La sesta edizione del torneo ha visto la partecipazione, oltre ai padroni di casa, di Andorra, Cipro, Guernsey, Jersey, Isole Faroe, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta e Monaco. I dieci Paesi hanno dato vita a nove turni molto intensi, con tempi di riflessione di 90’ + 30’ e 30” di bonus per ogni mossa, al termine dei quali Andorra ha vinto meritatamente vincendo tutte le partite. Sul podio sono saliti anche Monaco e le Isole Faroe, che ne hanno vinte rispettivamente otto e sette. La Nazionale biancazzurra era composta da Giancarlo Berardi, Enrico Grassi, Ezio Righi, Paul Rossini e Danilo Volpinari e ha chiuso al decimo posto con due pareggi contro Jersey e Liechtenstein e otto punti individuali.

Al di là del risultato, la Federazione Sammarinese degli Scacchi può essere orgogliosa di una competizione di alto livello che si è svolta al meglio e ha soddisfatto tutti.

Alla cena di gala conclusiva sono stati premiati i vincitori e hanno preso la parola, tra gli altri, il presidente dei Piccoli Stati Paris Klerides e il Grande Maestro monegasco Igor Efimov. Tutti hanno speso parole di elogio per l’encomiabile lavoro svolto dagli organizzatori e si sono dati appuntamento in Liechtenstein, dove si svolgeranno i prossimi Giochi tra due anni.

Il presidente della F.S.d.S. Ivan Tabarini ha quindi consegnato simbolicamente le bandiere a Renato Frick, passando così il testimone al vice presidente del Liechtenstein.

per la Federazione Sammarinese degli Scacchi
Giacomo Santi

 

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
di Icaro Sport   
FOTO
di Icaro Sport   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna